CUPRA MARITTIMA – Nelle Giornate Fai di Primavera sarà possibile visitare beni artistici, culturali e storici altrimenti chiusi o dimenticati. Per quanto riguarda l’edizione 2013, sabato 23 e domenica 24 marzo, la delegazione Fai Fondo Ambiente Italia aprirà al pubblico ben 700 luoghi in tutta Italia, tra chiese, palazzi, musei e castelli. Nello specifico, per quanto riguarda la provincia di Ascoli Piceno, saranno coinvolte nell’iniziativa la stessa città di Ascoli e Cupra Marittima.

Per l’occasione a Cupra sarà possibile visitare beni che spesso gli stessi cittadini ignorano o ai quali avere un totale libero accesso non è poi così facile. Andiamo a scoprire quali sono.

Il Palazzo Brancadoro Grisostomi. Visitabile da tutti, sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 13  e dalle ore 15  alle ore 18:30. In particolare poi, il Giardino Ottocentesco di Villa Paccaroni Grisostomi. La Villa Grisostomi e il relativo giardino si localizzano nella parte alta dell’insediamento medievale di Marano. L’ambiente naturale presenta caratteri di grande interesse, non solo per gli aspetti geologici e geomorfologici ma, soprattutto, botanici, per la presenza di alcune specie mediterranee. Il giardino sarà visitabile sono dagli iscritti Fai, sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15alle ore 18:30. Fruibile anche a persone con disabilità fisica.

La Chiesa di Santa Maria in Castello. Una delle vestigia più antiche di Cupra è la chiesa di Santa Maria in Castello, fondata nel XIII secolo, col nome Santa Maria Mariani. In stato di abbandono, la Chiesa fu acquisita e restaurata dalla famiglia Grisostomi nel 1946, il cui stemma nobiliare campeggia sull’architrave del portale. La facciata esterna conserva monofore a strombo della prima metà del XIII secolo con un elegante portale semigotico e archetti pensili a tutto sesto sotto il cornicione del tetto. Visitabile agli iscritti Fai, sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15  alle ore 18:30. Fruibile anche a persone con disabilità fisica.

La chiesa della Santissima Annunziata con il Presepe Poliscenico Permanente in arte spagnola, presso il borgo di Marano. Il Presepio Poliscenico Permanente di Arte Spagnola “Paolo Fontana” è un’opera d’arte iniziata nel 1976 che si estende su una superficie di 90 mq. Composta da artistici diorami, riproduce la vita di Cristo in 19 ambientazioni, realizzate secondo la scuola dei maestri presepisti catalani. La Chiesa dell’Annunziata, sede del Presepe, fu costruita nel 1512 e presenta una grande Pala che adorna l’altare ligneo, attribuita a Gianfranco Guerrieri da Fossombrone. Visitabile da tutti, sabato e domenica dalle ore 100 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18:30.

Villa Vinci Boccabianca. La facciata principale si apre sul lato corto orientale, accanto alla cappella di San Nicola, in stile neoclassico, con un portico al pianterreno. Le pareti sono in cotto con una leggera scialbatura giallognola sulla facciata. Le finestre del primo piano sono riquadrate in travertino, quelle del secondo in laterizio. Nel secolo scorso sono stati aggiunti affreschi in diverse sale, ad opera dei pittori Emilio Dori e Annibale Brugnoli. Visitabile da tutti, sabato dalle ore 15 alle ore 18:.30 e domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.30.

Il parco Archeologico con Laboratorio. Nell’area emergono consistenti resti della pavimentazione in lastre calcaree, probabile sistemazione di età imperiale, basi di pilastri, imponenti opere di canalizzazione, una struttura “basilicale” di forma quadrangolare, e vari reperti ascrivibili a età medievale. Visitabile da tutti, fruibile anche a persone con disabilità fisica. Aperto sabato e domenica dalle ore 10 alle ore 13  e dalle ore 15  alle ore 18:30.

La Villa Romana con Ninfeo. L’area archeologica è un interessante complesso di età romana, ubicato ai piedi dell’area del Foro dell’antica Cupra Maritima. Le strutture comprendono i resti di una villa tardo repubblicana della seconda metà del I sec. a.C., con un’area per la spremitura pavimentata in opus spicatum, dove è conservata la base dell’albero che sosteneva il torchio. Vicino a questa struttura è riferibile anche un ambiente identificato, per le sue caratteristiche, come ninfeo. Visitabile da tutti, fruibile anche a persone con disabilità fisica. Aperto sabato e domenica dalle ore 10  alle ore 13 e dalle ore 15  alle ore 18:30.

In queste due giornate è previsto anche un evento collaterale, ovvero l’esibizione del giovane pianista Davide Martelli domenica 24 marzo alle ore 16.00 presso il Convivium Maranense nel Paese Alto di Cupra. Inoltre, per l’occasione, rimarranno aperti al pubblico la caratteristica Chiesa del Suffragio e il Museo del Territorio, entrambi ubicati sempre a Marano.

Naturalmente i visitatori che arriveranno a Cupra troveranno facilmente i vari siti da esplorare grazie ad un’adeguata cartellonistica e segnalazioni che condurranno agevolmente presso ciascun luogo. Tutte le ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.giornatafai.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 723 volte, 1 oggi)