ANCONA – “Ingiustificato allarmismo”. Parola di Gian Mario Spacca che ribadisce l’assenza di ripensamenti in merito alla realizzazione di una centrale di stoccaggio di gas a San Benedetto. “Nessun dietrofront”, dichiara il Presidente della Regione dopo il parere favorevole da parte degli uffici tecnici al progetto della Gas Plus Storage.

“È stato già detto ma lo ripeto ancora una volta per ulteriore chiarezza: la procedura che riguarda l’impianto prevede che, alla parte tecnica regionale, non sia affidata la decisione, come avviene nel caso delle autorizzazioni per gli impianti a biomasse, tuttavia compete solo un’istruttoria nell’ambito di un iter che si completa solo ed esclusivamente nel momento in cui Regione e Governo nazionale si incontreranno per dare l’intesa prevista per legge”.

La procedura amministrativa si chiuderà dunque solo quando il Ministero dello Sviluppo Economico richiederà a Palazzo Raffaello quell’intesa definitiva prevista dal decreto legislativo n.164/2000. “Ebbene, come già anticipato – conclude Spacca – la Regione quell’intesa non la darà. A quel punto, la procedura amministrativa si interromperà”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 240 volte, 1 oggi)