GROTTAMMARE – Filippo Olivieri ha presentando il suo programma elettorale, un documento di venticinque pagine diviso in dieci capitoli e incentrato su cinque punti.

“Un cambiamento epocale – ribadisce il candidato sindaco di Grottammare Attiva – dettato dal fatto che oggi un Comune deve cambiare radicalmente la sua visione delle cose. Non si può più attendere che piova la manna dal cielo, ma bisogna ragionare in termini imprenditoriali: il Comune come un’impresa. Negli ultimi vent’anni, e sarebbe ipocrita negarlo, Grottammare è cresciuta, ma ora è arrivato il momento di cambiare e cambiare in meglio”.

Il programma elettorale presentato da Olivieri, insieme a Lorenzo Vesperini, capolista del Pdl e Serafino Bruni, rotea su cinque punti cardine che lo stesso candidato sindaco definisce fondamentali: economia, sociale, cultura, sport e turismo.

Economia: Olivieri punta sul discorso occupazionale sia per quanto riguarda i giovani ma anche per chi si è trovato improvvisamente senza un lavoro. E tra le varie particolarità del programma c’è la formazione di un’associazione disoccupati al fine di creare un confronto costante tra Comune e nuclei familiari che si trovano a fare i conti con la perdita del lavoro. Olivieri parla anche di agevolazioni per il primo anno per chi decida di investire nella città con la regola insindacabile dell’assunzione di grottammaresi. In più si prevede un accordo con i costruttore che venderanno appartamenti a prezzi calmierati per le giovani coppie che “hanno diritto di avere la prima casa”. Olivieri pensa inoltre ad uno stratagemma per rivedere tutto l’invenduto. Per il futuro vede l’abbassamento per l’aliquota Imu e l’energia alternativa.

-Cultura: Deve creare opportunità economica con eventi importanti, come i concerti, sfruttando un posto come Piazza Kursaal, allestendo un vero e proprio palco sul mare. La cultura inoltre dovrebbe nelle scuole, negli asili affinché l’alunno cominci a partecipare a mostre e fiere.

-Sport: Per il candidato sindaco lo Sport esprime valori di crescita ma anche ritorno economico. Possibile secondo Olivieri la realizzazione di un palazzetto dello sport grazie ad un accordo di programma

 -Turismo: “Grottammare deve tornare ad essere la Perla dell’Adriatico, lavorando per 360 giorni all’anno. Questo potrà accadere utilizzando al meglio la Grande Opera. Se diventassi sindaco il Cabaret Amoremio! non si farebbe più ad agosto, in più il format dovrebbe diventare più appetibile per gli sponsor e per amanti del genere”.Critica all’Amministrazione che non ha saputo mettere un cartello di benvenuto nella rotatoria all’uscita dell’autostrada. Rilancia l’idea del porto canale e di uno turistico: “Potrebbe essere un valono per l’economia- commenta Serafino Bruni- creando un ponte con la Croazia, grazie al quale potrebbero nascere negozi nautici, punti ristoro. Anche per queste attività sarà prevista l’assunzione dei soli grottammarese”.

-Sociale: “Puntiamo sugli oratori- commenta Lorenzo Vesperini- che rilancino i valori cattolici che sono di supporto alla crescita. Grazie ad una legge regionale numero 31 del 2008 si potrebbero ripristinare questi centri di aggregazione. Si potrebbero costituire anche  dei centri  famiglia, martoriata da un solo monoreddito se è fortunata, a livello territoriale, aprendo ad altri Comuni”.

I punti fondamentali del programma di Olivieri sono correlati tra loro: “Senza economica ad esempio – afferma il candidato – non c’è possibilità di far crescere il sociale. Senza sport non c’è cultura, senza cultura non c’è turismo. Importante sarebbe per esempio, la valorizzazione del settore florovivaistico, attraverso eventi  ma anche con  il coinvolgimento degli stessi vivaisti per il mantenimento del verde pubblico. Viviamo in una delle capitali europee del florovivaismo ed ogni mattina vediamo gli operai del Comune al lavoro sulle aiuole. E’ impensabile. Sono convinto che i vivaisti farebbero a gara per dare dimostrazione del proprio estro curando gli allestimenti del verde pubblico”.

Olivieri invita tutti a visionare l’intero programma elettorale sul proprio sito web: www.filippoolivieri.it che sarà ufficialmente online nelle prossime ore

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.879 volte, 1 oggi)