SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Secondo passo, ed ora terzo. Dopo un primo incontro tenuto lo scorso 19 gennaio in cui si è costituito un primo gruppo di lavoro e si sono gettate le basi del progetto di “Giornalismo Partecipato” in merito alla progettazione e realizzazione del nuovo Lungomare sambenedettese, sabato 9 marzo una piccola ma rappresentativa delegazione, composta dagli architetti Fabio Viviani, Nazzareno, Dino Polidori ed Elisabetta Schiavoni, dagli ingegneri Marco Forlini e Alessandro Palestini, dagli albergatori Gabriele Di Emidio e Gaetano Sorge (presidente dell’Assoalbergatori), dal presidente del Quartiere Ragnola Gianni Siliquini e da Sabrina Cava, cittadina attiva tra l’altro nel quartiere Marina Centro, assieme al giornalista di Riviera Oggi Pier Paolo Flammini e alla presenza del direttore Nazzareno Perotti, hanno incontrato l’assessore ai Lavori Pubblici Leo Sestri.

L’obiettivo è stato subito dichiarato: iniziare un percorso partecipato, al momento con il supporto informativo di Riviera Oggi ma con la speranza di trovare, nell’amministrazione comunale, un punto di riferimento per un concreto percorso partecipativo. I presenti hanno spiegato all’assessore che si intende dar voce alle “varie intelligenze” presenti sul territorio poiché ovviamente il progetto per un nuovo lungomare è interesse collettivo: sarà qualcosa che coinvolgerà la città e i suoi abitanti (imprenditori, tecnici, cittadini, fruitori, associazioni) e definirà l’immagine di San Benedetto nei decenni a venire, per cui si auspica, attraverso un coinvolgimento ben studiato, di rispondere agli interessi e alle volontà della cittadinanza. Naturalmente per realizzare tutto ciò nella maniera migliore sarà necessario un coordinamento tra i progettisti incaricati dall’amministrazione comunale e le varie istanze che emergeranno negli incontri coi cittadini e nelle valutazioni tecniche.

“Ovviamente abbiamo previsto un incontro di partecipazione con la cittadinanza, come d’altronde avvenne già per il primo tratto di lungomare – ha affermato Sestri – Siamo ben disponibili a valutare tutte le proposte che emergeranno dalle attività di questo gruppo di lavoro, tenendo naturalmente conto delle peculiarità e delle responsabilità di un’amministrazione comunale”.

Gruppo di lavoro, presente appunto in maniera “delegata” per questo primo incontro con Sestri, che è nato assolutamente su basi volontaristiche e, oltretutto, su criteri di partecipazione e trasparenza. Un apporto spontaneo che non può essere utilizzato per ostacolare, oppure agevolare, il lavoro amministrativo.

Diversi sono gli elementi emersi già in questo primo incontro ma, a questo punto, il progetto “giornalismo partecipativo” avrà il suo primo momento di concretizzazione in un incontro con uno dei gruppi di interesse maggiormente coinvolto nella progettazione del nuovo lungomare: sabato 23 marzo infatti, all’hotel Progresso, alle ore 10.30, si svolgerà un approfondimento riguardante gli albergatori. Ai presenti appartenenti alla categoria si chiederà di compilare delle brevi schede che andranno così a costituire, attraverso una rielaborazione dei risultati, una prima “visione” del lungomare.

In seguito lo stesso processo verrà adoperato con altri portatori di interesse e il lavoro complessivo servirà a definire lo “scenario” complessivo.

All’incontro sono naturalmente invitati tutti gli albergatori sambenedettesi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 667 volte, 1 oggi)