SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una corsa contro il tempo quella dei genitori di Manuel Dessì.

Mentre ad Ascoli Piceno un giudice si è preso del tempo per decidere se il piccolo potrà essere sottoposto ad infusione delle staminali, i genitori Mirko e Tiziana  lanciano un appello nel programma di Barbara D’Urso, “Pomeriggio 5” che si spera svolga la funzione di cassa di risonanza  per una malattia degenerativa che condanna il bambino a morte sicura.

Manuel, lo ricordiamo è affetto da Sma I e la sua storia è apparsa su questo giornale quasi un anno fa.

Tiziana lancia un appello al buon senso a tutta l’Italia: “Non è giusto che un genitore non possa essere libero di scegliere per il proprio figlio”.

Il papà Mirko ha effettuato il prelievo delle staminali ed entro la metà di aprile, se il  tribunale si esprimesse in maniera positiva, si potrebbe praticare l’infusione a Manuel a Brescia. presso la Stamina Foundation.

La onlus di Davide Vannoni è depositaria del cosiddetto metodo Stamina, ovvero la somministrazione a scopo terapeutico di staminali come cura contro malattie degenerative.

La redazione di Riviera Oggi si unisce alla battaglia di questi genitori coraggio e del loro piccolo invincibile.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.220 volte, 1 oggi)