SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’evento più importante”, addirittura di “valenza storica”. Giovanni Gaspari definisce così la Fiera di Mosca, alla quale il Comune di San Benedetto parteciperà a partire dal prossimo 17 marzo. Una trasferta nata nell’ottobre scorso, quando grazie alla Task Force Italo-Russa fu sottoscritto il protocollo d’intesa con una decisa di tour-operator dell’est europeo.

Giustificato dunque, a detta dell’amministrazione comunale, l’investimento di 40 mila euro “che potrebbe sembrare molto, ma che in realtà è una cifra contenuta”. Già perchè “la vita è fatta di priorità e questa lo è a tutti gli effetti. Vogliamo investire – spiega il sindaco, affiancato dall’assessore al Turismo, Margherita Sorge – sapendo che l’operazione va a discapito di qualcos’altro. Siamo contrari ad una politica di soli tagli. Abbiamo risparmiato sulla gestione del Consorzio Turistico e trasferito denaro dove crediamo ci sia un ritorno. Se non si scommette su certe idee si finisce nel baratro. Rendiconteremo tutto, fino all’ultimo centesimo: ce lo impone la legge e la nostra coscienza”.

10 mila euro finiranno a favore della delegazione, mentre gli altri 30 mila saranno necessari per offrire la cena agli operatori e ai giornalisti russi presso l’Hotel Noa di Mosca: “Là i prezzi sono proibitivi – continua Gaspari – abbiamo la ragionevole certezza che una parte potrà rientrare dalla Regione, che ci ha garantito la restituzione di parte del fondo.

Il Comune agirà in accordo con le associazioni di categoria: Assoalbergatori, Confcommercio, Confesercenti e associazione Madrugada. La metafora preferita è quella calcistica: “Abbiamo a favore un rigore e la squadra avversaria non schiera il portiere. Se lo sbagliamo, la colpa è solo nostra. Partiremo agguerriti, i presupposti per fare bene ci sono tutti”.

Gaspari è convinto che lo sforzo economico verrà ripagato: “La vetrina è preziosa, la realtà è appetibile e soprattutto andiamo a puntare un bacino munito di portafogli pieno”. Il popolo russo sarà sedotto con proposte sul fronte dell’enogastronomia, della storia, dello shopping e della movida, forti anche della riapertura a breve della tratta aerea Ancona-Mosca.

Alla Fiera, oltre a Gaspari e Sorge, presenzierà il presidente del Consiglio Comunale, Marco Calvaresi. Ben tre figure istituzionali, necessarie considerati gli incontri con il Console, il Ministro e l’Ambasciatore: “La squadra mi è parso opportuno comporla in questo modo. Calvaresi è simbolicamente la sintesi della città. Non avremo momenti di relax, il viaggio sarà spartano”.

Nel primo giorno di lavori, San Benedetto godrà di uno spazio tutto per sé al Grand Hotel Metropol, di fianco allo stand destinato a Roma Capitale. Mercoledì 20 invece, Gaspari prenderà la parola all’interno del meeting dal titolo “Il mare delle Marche”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.822 volte, 1 oggi)