SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Consorzio Turistico taglia le spese e cambia identità. L’ente da oggi in poi produrrà servizi per il turismo e per l’accoglienza dei visitatori, allontanandosi dal ruolo legato invece all’organizzazione degli eventi.

Inoltre, come annunciato nei giorni scorsi, i revisori dei conti sono passati da tre ad uno. Quest’ultimo sarà Stefano Camaioni, candidato nel 2011 tra le fila dell’Italia dei Valori in occasione delle elezioni comunali.

Grazie a tale operazione, si passerà da un costo di 21 mila euro a 5 mila lordi all’anno. “I tagli ai costi della politica si fanno – ha dichiarato provocatoriamente Giovanni Gaspari su Twitter – dopo sindaco, assessori e consiglieri, oggi si taglia sui revisori dei conti al Consorzio”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 459 volte, 1 oggi)