MONACO – Oltre duecento persone hanno preso parte all’evento organizzato a Monaco di Baviera dall’Associazione Albergatori “Riviera delle Palme” per promuovere San Benedetto del Tronto e il suo territorio in un comprensorio potenzialmente molto interessante per il turismo della Riviera, con particolare attenzione per i tifosi del Bayern, tra cui ci sono molti estimatori dell’Italia e  delle zone turistiche del sud delle Marche.

Gli appuntamenti sono iniziati alle 16 nel ristorante Gutshof Menterschwaige di Monaco con una conferenza stampa a cui hanno partecipato rappresentanti delle testate giornalistiche locali e operatori turistici tedeschi. Ha fatto seguito il momento conviviale con un aperitivo a base di prodotti del territorio piceno al quale hanno partecipato, grazie all’invito di Rinaldo Talamonti, sambenedettese da tempo trapiantato nella città tedesca, importanti personalità della città bavarese e diversi italiani ormai radicati in Germania come l’ex console generale a Monaco Francesco Scarlatta al quale l’assessore al Turismo Margherita Sorge ha consegnato una riproduzione della scultura al “Gabbiano Jonathan” come gesto di amicizia del Comune di San Benedetto del Tronto.

Diversi operatori della ristorazione presenti hanno apprezzato i vini del Consorzio dei Vini Piceni e in particolare il pecorino. Durante la serata è stata proiettata una selezione di immagini e video curata da BeeLab, partner web marketing dell’iniziativa. Al termine è stato estratto tra i presenti un viaggio per un week end a San Benedetto offerto dall’Associazione Albergatori.

Sono intervenuti anche diversi rappresentati dei fan club del Bayern di Monaco che hanno gustato i piatti tipici preparati dallo chef Alessandro Capriotti in rappresentanza dell’Istituto Alberghiero “Buscemi”. Tra un’oliva all’ascolana e un assaggio di insalata di mare, è nata l’occasione per approfondire la conoscenza tra gli albergatori e quei tifosi che hanno già visitato più volte San Benedetto e capire quali servizi possono essere forniti per rafforzare il legame tra le due tifoserie e le due città.

Bernardo Di Emidio, vicepresidente dell’Associazione Albergatori e delegato per la manifestazione, riassume così i risultati dell’evento: “Si tratta di un primo passo per rafforzare i rapporti con Monaco e tutta la Baviera. Con questo evento abbiamo potuto verificare che San Benedetto riscuote la curiosità sia di un turista più esigente, abituato ad un’alta qualità dei servizi, sia di viaggiatori più giovani che amano entrare in contatto con la popolazione e mescolarsi con la città. Una delle cose più belle che ci hanno detto i ragazzi che sono venuti a San Benedetto è che qui si vive il vero stile italiano, mentre le spiagge dell’alto Adriatico sono tutte uguali e tutte finte. Intorno a questi spunti dobbiamo proseguire a lavorare”.

Dal canto suo, Margherita Sorge ha voluto rimarcare questa sinergia con gli operatori turistici: “Ci stiamo muovendo insieme su obiettivi mirati – spiega l’assessore al turismo – questa di Monaco mi è parsa una delle operazioni promozionali più azzeccate perché finalizzata a rinsaldare un legame già esistente e riattivare un segmento di domanda turistica potenzialmente di grande efficacia. Ora la stessa operazione, con il supporto della Regione, la riproporremo su Mosca, anche lì operando in un contesto non sconosciuto, puntando a raccogliere ciò che abbiamo seminato in occasione della stipula dell’accordo con i tour operator russi in occasione della Task Force svoltasi nella nostra città”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 633 volte, 1 oggi)