MARTINSICURO – In arrivo le mongolfiere a Martinsicuro. Il 25 e il 26 maggio il cielo truentino si colorerà con i palloni aerostatici, accompagnati in volo da decine di paramotori. “Abruzzo in volo” è l’iniziativa a cui stanno lavorando il Comune di Martinsicuro, la Costa dei Parchi e l’associazione ManèAdventure, per una giornata insolita da vivere sia ammirando il volo da terra, sia salendo a bordo per un giretto nelle zone del Teramano e del Piceno.

Tre le mongolfiere finora confermate per l’evento di maggio, provenienti da tutta Italia: da Mondovì (Cuneo), da Ancona, da Rieti. “Ma stiamo trovando nuove adesioni che dipendono essenzialmente dal budget a nostra disposizione – ha affermato il presidente dell’associazione Emanuele Ferretti – . E’ probabile che il numero dei palloni presenti salirà di diverse unità”. Alle mongolfiere si affiancheranno circa 50 paramotori che le scorteranno in volo. Uno spettacolo suggestivo a cui potranno partecipare anche gli inesperti, salendo a bordo con gli istruttori, sia in mongolfiera che sul paramotore. I voli saranno possibili dietro pagamento di un ticket, ma, assicura Ferretti “stiamo cercando di concordare un costo basso, accessibile a tutti”.

Il punto di ritrovo sarà presso il campo antistante lo chalet Riccardo: uno spazio sufficientemente ampio per ospitare le mongolfiere e farle alzare in volo insieme ai paramotori. Il lungomare antistante sarà chiuso durante l’intera giornata, in modo da permettere alle persone che arriveranno di passeggiare in tranquillità, e si pensa anche alla possibilità di effettuare un’accensione notturna delle mongolfiere con relativo volo. L’unica incognita la traiettoria una volta in cielo: “Le mongolfiere sono trasportate dal vento, e dunque il tragitto dipende dalle correnti. Abbiamo già studiato diversi percorsi in base ai venti che spirano a fine maggio sulla costa, e previsto zone alternative da cui farle alzare per permettere loro di compiere percorsi stabiliti”.

L’iniziativa, unica nel suo genere e pensata per le famiglie ma soprattutto per i bambini, richiamerà numerosissimi partecipanti dall’Abruzzo e dalle Marche, anche in considerazione della possibilità aperta a tutti di ammirare in volo il Piceno e il Teramano. “A chi lo vorrà – ha concluso Ferretti – potrà godersi il paesaggio dall’alto e sorvolare il tetto della propria casa”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.313 volte, 1 oggi)