MARINA DI CARRARA – Itb Italia in trasferta a Carrara, alla fiera Balnearia, giunta alla quattordicesima edizione: un appuntamento fisso al quale l’associazione capitanata dal presidente Giuseppe Ricci non è mancata neanche quest’anno, dal 3 al 7 marzo. E in quest’occasione più che nelle precedenti si è sviluppato un rapporto tra Itb e altre associazioni di riferimento del settore, prima fra tutte l’Afib, guidata da Luca Marini, organizzazione che sostiene le aziende che operano per migliorare l’offerta turistica balneare. Sono, nell’occasione, stati confermati i responsabili regionali che aderiscono a Itb Italia, con una nota di merito a Roberto Topa della sezione Lazio.

Come con la stessa intensità Giuseppe Ricci ringrazia Bettina Bolla responsabile dell’organizzazione – al femminile – di “Donne d’a-mare”, che è uno splendido esempio della cordialità e dell’accoglienza che da sempre hanno saputo dare le donne per lo sviluppo del turismo balneare sulle bellissime coste italiane.

Un elogio e una nota di merito sincero al politico “Magdi Cristiano Allam che chiamato dall’Itb Italia, in questo periodo di grande incertezza per la categoria, non ha esitato a correre in aereo da Bruxelles, via Bologna, per arrivare in macchina alla Fiera per essere ancora una volta al nostro fianco e constatare, così, personalmente lo stato di crisi che coinvolge il settore. Magdi Cristiano Allam ha potuto ascoltare dal vivo i titolari e i rappresentanti di molte aziende manifatturiere che operano nel settore balneare e così intervenire, a nostra difesa, in nome e per conto della nostra associazione di categoria, alla più seguita manifestazione dell’intero periodo fieristico: la manifestazione “Onda D’Urto di cui la nostra associazione era parte integrante e organizzativa”.

“Che dire, poi – continua Ricci – degli amici operatori che seguono la nostra Itb Italia e che sono così tanti? Giusto uno su tutti, e per tutti, vogliamo nominare: Antonio Smeragliuolo, legale vulcanico e competente nel ricercare le giuste soluzioni legislative alle proposte dei componenti di un direttivo attento e sempre prepositivo. Proprio Smeragliuolo portando sempre relazioni inappuntabili e corrette con riferimenti quanto mai precisi e documentabili, si è veramente distinto da tutti, dai tanti che non riescono, purtroppo per tutta la categoria, neanche a capire la profondità delle tematiche affrontate”.

“E’ giusto, infatti, riconoscere, come è stato ampiamente dimostrato in questa 14° edizione della Fiera Balnearia, che, nei diversi incontri sindacali, la non conoscenza delle reali problematiche, ha portato troppi esperti (?) di associazioni burocratiche, a esprimere il nulla più assoluto, nel silenzio più assordante di idee valide, così come assordante è stato il silenzio proveniente dai loro stand miseramente deserti.
Vogliamo, però chiudere le nostre considerazioni con una nota positiva per noi dell’Itb Italia: la nota è rappresentata dalla considerazione e dai messaggi di stima che abbiamo ricevuto dalle numerose aziende del nostro settore che nel prossimo futuro inizieranno a collaborare con noi. Queste aziende, riconoscendoci un ruolo importate di collante nel rapporto clienti-fornitori, hanno tutte le intenzioni di cercare insieme le soluzioni per uscire da questa assurda situazione che ci vedrà, insieme, sempre più perdenti. Come sempre dice un mio caro amico “stanno trasformando una Italia ricca in una popolazione povera”: non dobbiamo permetterlo e insieme possiamo farcela. Se saremo uniti e soprattutto liberi, vinceremo” termina il presidente Itb.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)