GROTTAMMARE – L’Ic “G.Leopardi, in collaborazione con L’Ic “U.Betti” di Fermo, l’Ic di Monteprandone, l’Ic di Ripatransone, l’Ic di San Benedetto del Tronto Centro, in rete Crescendo, propone il corso di formazione “I cento linguaggi dei bambini”, rivolto ai docenti della Scuola dell’Infanzia.

L’iniziativa, patrocinata dal Comune di Grottammare, si aprirà nel pomeriggio di venerdì 8 marzo, alle ore 15,30, nella sala Kursaal e vedrà la presenza del dirigente dell’Ufficio V, Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, professoressa Carla Sagretti.

L’intento è quello di promuovere la professionalità e la cultura educativa dell’infanzia e di aprire la scuola al confronto ed al dialogo con le migliori esperienze italiane: il progetto, non a caso, è ideato in collaborazione con Reggio Children, Centro Internazionale per la difesa e la promozione dei diritti e delle potenzialità dei bambini e delle bambine.

Nelle tre giornate formative, previste per i giorni 8-9 e 22 marzo, saranno approfonditi i valori, i tratti qualificanti e l’organizzazione del progetto educativo per gli alunni dai 3 ai 6 anni delle scuole dell’Infanzia del comune di Reggio Emilia, note a livello internazionale già dagli anni Settanta per la progettazione pedagogica all’avanguardia, in dialogo con personalità quali Loris Malaguzzi (fondatore e anima del modello reggiano), Jerome Bruner e Howard Gardner.

Il modello reggiano, definito ‘pedagogia delle relazioni’, richiama un livello di partecipazione molto intenso e coinvolgente ed è orientato a implementare uno stile democratico di lavoro, sempre aperto alla ricerca, alla modificazione, al cambiamento attraverso un continuo dialogo tra i diversi operatori: insegnanti, pedagogisti, atelieristi, famiglie.

Durante gli incontri, agli interventi delle relatrici (la pedagogista Deanna Margini, l’insegnante Milena Zanti e l’atelierista Iride Sassi, dell’Istituzione scuole e nidi d’Infanzia del Comune di Reggio Emilia), che focalizzeranno l’attenzione sulla teoria dei cento linguaggi, sull’importanza dello spazio, del contesto educativo, del dialogo interno e tra città e scuola, della documentazione delle esperienze formative, saranno abbinati la proiezione del video “Utopie quotidiane”, che illustra gli ambienti, l’organizzazione e i tempi di una giornata alla scuola dell’infanzia, e la presentazione dei progetti didattici “Il rampicante di creta” e “Profumo delizioso” quali stimolo alla discussione e al lavoro di gruppo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 358 volte, 1 oggi)