SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stanno giungendo da tutta Italia continue richieste per l’adozione dei cuccioli di cane sequestrati giovedì notte al casello autostradale di San Benedetto del Tronto.

Trentotto esemplari, provenienti illegalmente dalla Slovacchia e stipati all’interno di due autoveicoli fortunatamente bloccati dalle palette dei Carabinieri locali. Si tratta di razze diverse tra cui King Cavalier, Carlino, Bull dog inglese, Boule dogue francese, Husky, Chihuahua, Shi-tzu. Al momento però i cuccioli sono sottoposti a sequestro e affidati dall’autorità giudiziaria alle cure dell’associazione locale “L’Amico Fedele” (www.lamicofedele.it)

In merito alla vicenda si è espresso anche il sindaco Giovanni Gaspari: “Colgo l’occasione per ricordare che presso il canile comprensoriale sono ospitati oltre 120 cani di tutte le età e taglie che stanno aspettando una nuova casa. Vorrei inoltre aggiungere che tutta questa attenzione verso gli animali, senz’altro ammirevole, potrebbe almeno in parte essere orientata a salvare tanti bambini che, in diverse zone del mondo, lottano ogni giorno per sopravvivere”

Immancabile la chiosa conclusiva del primo cittadino: “Per ospitare un cane presso il canile comprensoriale  il Comune spende 3,50 euro al giorno. Per adottare a distanza un bambino e regalargli una prospettiva di vita bastano 80 centesimi al giorno”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.488 volte, 1 oggi)