SAN BENEDETTO DEL TRONTO – BARBETTA 6.5: la rete subita nasce da una mancata marcatura su Gabrielloni: si fa perdonare il fatto di non essere Spiderman dimostrando prontezza negli interventi a seguire

CAMILLI 6: nel corso del primo tempo il gioco si concentra soprattutto lungo la fascia di sua competenza. Rossini e Cardinali lo chiamano più volte in causa costringendolo involontariamente a cedere spazio. Al 16′ sciupa un meraviglioso assist fornitogli da Pazzi ma l’attenuante di non essere un centravanti lo salva dalle critiche che, in quel caso, sarebbero state più che legittime

MARINI 6.5: autore di un appoggio da film horror cede la sfera a Gabrielloni riuscendo però a recuperarla con la dovuta esperienza. Nel coprire l’uscita di Barbetta preferisce rischiare piuttosto che regalare un probabile vantaggio ai padroni di casa

IANNI 7.5: decolla con autorità e regala il cielo alla squadra colpendo di testa la sfera del pareggio. La Samb toglie il disturbo, saluta Lucifero e corre in paradiso

DJIBO 6.5: sulle incursioni di Rossini, Gabrielloni e Sebastianelli ha spesso la meglio e in più occasioni riesce a liberare senza commettere fallo. Sembra aver compreso, inoltre, come debba essere percorsa una diagonale

SCARTOZZI 6: sopperisce l’imprecisione delle sue conclusioni con la reattività

CARPANI 6: il fallo commesso su Marotta si sarebbe rivelato fatale se Napolano non avesse affiancato Barbetta. A pochi minuti dal termine converge al centro calciando una potente conclusione ma non viene assistito dal fato

FORGIONE 6.5: diario dell’immolatore perfetto. Onora il numero 10 ricoprendo in maniera ineccepibile anche il ruolo di terzino destro: quando la necessità chiama la virtù risponde

NAPOLANO 7: i guantoni sono ai suoi piedi. Sulla pericolosa punizione calciata da Frulla affianca Barbetta e salva il risultato. Il suo “no” splende come la corona che indossa

SANTONI 6.5: spolvera la scarpetta e calcia il corner che permette a Ianni di siglare la rete del pareggio. Velocità e sacrificio sono gli elementi principi del suo valido contributo

PAZZI 7.5: prende per mano i compagni e li conduce alla vittoria vincendo un duello face to face con Tavoni. Nel corso della gara veste panni dello sceneggiatore ideale creando assist da premio Oscar

PUGLIA 7: ruba palla a Marotta servendola a Pazzi con precisione assoluta. Un aggettivo: bravissimo

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.335 volte, 1 oggi)