CUPRA MARITTIMA – La storia di un paese a confronto con lo sport. Si terrà domenica 3 marzo alle ore 10, presso la sala consiliare del municipio di Cupra Marittima, la presentazione del secondo volume della collana “Lo sport a Cupra” curata da Alessandro Talamonti.

Dopo l’esordio, risalente al 2011, del libro e dedicato alle “Cinque stelle sul mare di Cupra”, ossia ai cinque calciatori cuprensi più rappresentativi di tutti i tempi, la seconda pubblicazione si preannuncia essere ricca di documenti, foto d’epoca ed anche di testimonianze dirette come per esempio quella del novantatreenne Osvaldo Capocasa, memoria storica del paese, che ha fornito all’autore vari aneddoti.

“All’alba un giorno- lo sport a Cupra Marittima: le origini e gli sviluppi tra venti di guerra”, questo il titolo del volume, si occupa infatti di ricostruire la vicenda storica del fenomeno sportivo cuprense sin dagli albori novecenteschi.

E sulla scorta di documenti tratti dall’archivio storico comunale e dagli archivi di varie testate giornalistiche locali dell’epoca, in primis del Corriere Adriatico, l’autore racconta delle prime partite di calcio degli anni Dieci, praticate in paese da giovani volenterosi locali e sambenedettesi, della nascita del primo circolo ciclistico “il Trionfo”, delle vittorie della sua punta di diamante Ugo Taffoni e dellae due edizioni “Coppa Mary”, organizzate sempre dal circolo, con il patrocinio della Gazzetta dello Sport.

Attraversando la passione sportiva della nobile famiglia Vinci e le vicende di Teta Rivetta, la prima donna impegnata nell’automobilismo, l’autore approda poi alla nascita della squadra di calcio Cuprense e da qui alla costruzione del campo sportivo sul lungomare e al primo campionato di Terza divisione regionale, in cui espresse i talenti di Bruno Piatti (dirigente della Samb negli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso) e di Vincenzo Boromei.

Senza tralasciare, poi, l’atletica leggera, il rugby, la lotta greco-romana, il tennis, insomma quanto la Cupra sportiva visse nella prima metà del Novecento sino allo scoppio della Seconda guerra mondiale.

Interverranno alla presentazione, oltre all’autore: il sindaco Domenico D’Annibali, l’assessore comunale alla cultura Luciano Bruni, il presidente della locale sezione Archeoclub d’Italia Vermiglio Ricci, Arduino Carosi, il presidente dell’Uisp di Fermo Umberto Cingolani e lo storico rossoblu Luigi Tommolini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 240 volte, 1 oggi)