SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno salvato una donna che stava tentando il suicidio.

Durante la notte del 28 febbraio, mentre il personale  era intento ad effettuare controlli sulla filiera della pesca, veniva allertato dalla propria centrale operativa circa la presenza, nei pressi del molo nord del porto, di una donna di circa 50 anni, in presunto stato confusionale.

Gli uomini, prontamente intervenuto sul posto, accertavano la presenza della donna che, alla vista dei militari, manifestava propositi suicidi minacciando di gettarsi in mare nei pressi della vasca di colmata.

Si provvedeva, pertanto, ad instaurare un colloquio con la donna al fine di tranquillizzarla, mentre, il Nostromo del porto, avvicinandosi alle spalle della stessa e cogliendola di sorpresa, riusciva a farla desistere immobilizzandola.

Successivamente, la donna, veniva affidata alle cure del personale del 118, prontamente allertato dalla Capitaneria, ed accompagnata al locale Ospedale Civile, scortata da una pattuglia della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di San Benedetto del Tronto, intervenuta su richiesta di questo Comando.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.604 volte, 1 oggi)