SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Problemi con il dragaggio del fondale del Porto di San Benedetto: intanto, ad Ancona, da circa un mese, è stato siglato l’accordo tra Regione Marche e Rti Coseam Italia-Travaglini srl per la realizzazione della vasca di colmata nel porto di Ancona, nella quale verranno conferiti i fanghi derivanti dal dragaggio dei porti di Fano, Senigallia, Numana e Civitanova Marche oltre, ovviamente, che di quello di Ancona. Si tratta di un investimento di circa 10 milioni di euro. E che c’entra San Benedetto?

Come si ricorderà il Porto di San Benedetto ha una sua vasca di colmata, realizzata tra mille polemiche, ed ora sono in diversi a lamentarsi perché la struttura anconetana sarebbe utile non solo ai porti del centro-nord delle Marche, ma anche a quello di San Benedetto, che tra l’altro ospitò anche i rifiuti fangosi del canale portuale di Senigallia.
Insomma: quando c’è da dare, San Benedetto dà. Quando c’è da collaborare, si resta soli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 430 volte, 1 oggi)