SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Consiglio Comunale dice definitivamente no al progetto Gas Plus. L’assise ha infatti votato all’unanimità l’ordine del giorno a firma dei capigruppo di maggioranza che rispedisce al mittente la proposta di una centrale di stoccaggio di gas metano in zona Agraria, dopo che lo stesso centrosinistra aveva bocciato nel novembre scorso un documento analogo presentato da Riego Gambini.

Una ricorrenza ricordata a più riprese dall’esponente dei Cinque Stelle, sostenuto da Luca Vignoli. Non dal Popolo della Libertà, che fisicamente aveva abbandonato la discussione al termine dell’approvazione del Bilancio di Previsione. “A San Benedetto accadono cose curiose – scriveva in tempo reale il sindaco Gaspari su twitter – il Pdl perde il 50% rispetto al 2008, esulta per esser terzi e abbandona il consiglio comunale a metà seduta”.

Vignoli – che col suo atteggiamento ha ribadito nuovamente di fare storia a sé all’interno del partito berlusconiano – ha sottolineato come il punto meritasse maggior spazio e condivisione tra le forze politiche. Il monito è stato colto da Palma Del Zompo. La consigliera dipietrista si è scusata per non aver chiesto a tutti i capigruppo di firmare il documento.

“A novembre mi avete contestato di aver presentato l’odg in maniera autonoma – ha dichiarato Gambini – mentre oggi scopro che ne è stato redatto uno simile senza però condividerlo con tutto il Consiglio. Io sono il neofita della politica, voi rappresentate l’esperienza. Dovreste quindi darmi l’esempio”.

Il sindaco ha gettato acqua sul fuoco, limitandosi a ricordare che in occasione del secondo corteo anti-gas si impegno di approvare il documento una volta passate le elezioni nazionali “per evitare il sospetto di strumentalizzazioni politiche”.

Precedentemente, il civico consesso aveva  modificato il regolamento per il commercio su aree pubbliche per disciplinare la materia e colmare alcune lacune. “Chiedo di prestare attenzione pure al decoro urbano del mercato settimanale – ha affermato Giulietta Capriotti del Pd – magari creando una zona riservata esclusivamente ai generi alimentari”.

E’ stato inoltre approvato il funzionamento della Formar, la scuola di formazione della pubblica amministrazione, che avrà sede nel Comune di San Benedetto, grazie alla quale l’Ente sarà capofila nell’organizzazione di momenti formativi, aperti anche a istituzioni del comprensorio, utili a sopperire ai tagli sopraggiunti anche in questo settore.

Infine, sono stati dati gli indirizzi, in attuazione della normativa nazionale, per avviare le procedure di gara per la concessione a terzi degli impianti sportivi “Centro sportivo Sabatino D’Angelo” e “Bocciodromo”, con priorità per società e associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, discipline sportive associate e Federazioni sportive nazionali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)