SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Maledizione Samb. Se qualche giorno fa la società rossoblu era scampata alla squalifica del Riviera per la partita con la Maceratese, stavolta il Giudice Sportivo ha inflitto addirittura due giornate di porte chiuse all’impianto sambenedettese (più 2 mila euro di multa).

Il motivo? Un fumogeno acceso e 40 contenitori (vuoti) di Caffè Borghetti. La Samb, se così rimarranno le cose, non avrà propri tifosi sugli spalti nelle gare interne di Celano (dopo la trasferta di domenica prossima a Jesi) e quindi Termoli (dopo la trasferta di Ancona).

Ecco il comunicato del Giudice Sportivo.

“Multa di euro 2 mila e 2 gare da disputarsi a porte chiuse er avere propri sostenitori acceso un fumogeno nel proprio settore e, durante lo svolgimento della gara, lanciato in direzione di un assistente arbitrale e dei calciatori della squadra ospite 40 contenitori di Caffè Borghetti. Sanzione così determinata in considerazione della estrema gravità del comportamento dei predetti sostenitori, gravità da valutarsi congiuntamente ai fatti di cui ai C.U. 19,27,37,39,45 e 90 (alcuni dei quali concretatisi nel lancio di oggetti e nella utilizzazione di materiale pirotecnico) e sintomatico, etto comportamento, sia della assenza negli autori dei principi fondamentali che devono, sempre e comunque, soprintendere ogni attività sportiva, sia della incapacità della società (malgrado precedente diffida alla stessa inflitta) ad esercitare sui sostenitori della propria squadra il doveroso controllo al fine di evitare danni alla integrità fisica delle persone”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.092 volte, 1 oggi)