Italia. Chi vince vince, a me interessa una cosa sola e cioè che chiunque ha governato o chi non lo ha mai fatto cambi passo ed impronti la propria politica su tre parole: onestà, trasparenza, competenza. Di tutto il resto a me non me ne frega niente anche perchè, se tutte le azioni economiche, sociali, lavorative fossero improntante sul rispetto dei tre sostantivi sopra citati, il panorama economico, lavorativo, sociale della nostra Italia cambierebbe come d’incanto.

Personalmente sono stanco, anche perché l’ho pagato di persona, di sentir dire (perché è così) che, se non sei raccomandato non vai da nessuna parte, se fai parte di un partito che conta hai la strada agevolata indipendentemente dalla tua onestà e competenza, se non abbassi la testa la tua competenza (ultima nel gradino dei valori oggi) non conta niente e nel mondo del lavoro è questa è stata finora la REGOLA.

Solo se le tre magiche parole diventeranno il vangelo di chi vincerà, l’Italia potrà cambiare. A vantaggio anche, come qualcuno ha detto, di chi ha approfittato della mancanza di trasparenza per avvantaggiarsene a livello economico. Sono andati in pochi in galera rispetto a quelli che hanno rubato sulle spalle degli inermi cittadini ma ne saranno sempre di meno fino a scomparire se la trasparenza delle istituzioni sarà totale e di “dominio pubblico”. Mancheranno molte occasioni per fare l’uomo ladro.

Tutti sono in tempo per fare questi tre passi, chi non li mai fatti fino ad ora e chi ha promesso di farli. A me interessa solo questo, del resto, ripeto, non me frega niente perchè il buon governo ne sarebbe normale conseguenza. Buon voto a tutti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 321 volte, 1 oggi)