SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Serata che scorre tranquilla, solo una decina di violazioni dell’ordinanza, ma c’è chi ancora somministra alcolici a minorenni; non va bene”: si riferisce a via Mentana il post che il sindaco Giovanni Gaspari ha pubblicato su facebook domenica 17 febbraio.

Un altro sabato sera è passato e si fanno le stime. Ne riportiamo una “rubata” sempre sul profilo del primo cittadino, lasciata sa un sambenedettese: “Non è solo l’alcol … Si parla anche di mancato rispetto ed educazione … Solita cosa … Polverone e poi peggio di prima … le leggi esistono ma non si riesce a farle rispettare”.

Forse peggio di prima no, a quanto pare almeno il numero dei fruitori di via Mentana è sceso, forse per il mal tempo, o il freddo, ma si è passati da un migliaio di presenze a circa 300/400.

Questi dati ce li conferma Pierfrancesco Troli, presidente del comitato Marina Centro: “A differenza della scorsa settimana è riaperto il Bar Mentana (che lo ricordiamo con il Bar Code e l’Ippogrifo è il locale al centro della polemica, ndr) a seguito di lavori si ristrutturazione, ma le forze dell’ordine erano presenti. Le due pattuglie promesse dal sindaco e in azione dal 10 gennaio, da quando è scattata l’ordinanza anti-alcol, sono sempre sul posto e sono state fatte undici multe e dei verbali ad esercizi commerciali che davano alcol ai minori. Sulla relazione fatta dai Vigili Urbani deciderà il sindaco”.

Troli ci dice pure che nella nottata si sabato, intorno alle 3.40 ha ricevuto segnalazioni di ragazzi che urlando, giocavano a pallone con i sacchi dell’immondizia.

Se il problema dell’alcol può essere quantomeno stemperato da una ordinanza, rimane la maleducazione che porta certi ragazzi a scambiare per vespasiani via Volturno e Via Palestro (strade buie e con case disabitate) e chi scrive lo ribadisce, sembrerebbe che l’ultima moda sia segnare il terreno come fanno gli animali. Non solo, la mattina dopo, in quello che diventa l’orinatoio a cielo aperto, si trovano cartine, bottiglie e materiale di altro genere che fanno presagire il peggio.

“Rimane poi – continua Troli – il problema atavico che è l‘occupazione di suolo pubblico, da parte dei tanti ragazzi fuori dai locali, che vieta il traffico dei mezzi in via Mentana. Il parchetto in fondo favorisce tutto ciò. Abbiamo accennato all’Amministrazione come comitato, di rimuoverlo, ma non penso sia possibile. Per ora il sindaco ha garantito la presenza fissa delle due pattuglie fino a settembre”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.649 volte, 1 oggi)