GROTTAMMARE – La tradizione dei cantastorie senegalesi ispira una nuova esperienza di confronto e dialogo tra genitori e figli, in programma da sabato prossimo 23 febbraio nella ludoteca comunale Stile Libero di via del Mercato (traversa corso Mazzini).

Il progetto si intitola “La storia di Ballantà” ed è strutturato come un laboratorio nell’ambito del quale la musica e la creatività saranno il veicolo ed il linguaggio per valorizzare il momento dell’incontro e per promuovere un diverso e più vivace modo di stare insieme.

Gli incontri sono aperti a tutti e gratuiti e saranno guidati dalle operatrici dell’associazione Radici Migranti e dal cantastorie senegalese Matar Mbaye.

“Gli obiettivi – fanno sapere dall’associazione Radici Migranti – sono diversi e trasversali: valorizzare il rapporto adulto-bambino e genitori-figli attraverso una metodologia esperienziale; promuovere la conoscenza della cultura africana attraverso la musica, i canti, le danze e le storie tradizionali, attraverso l’utilizzo degli strumenti tradizionali senegalesi; promuovere il dialogo interculturale attraverso un approccio informale e stimolante”.

Il progetto è articolato in 5 appuntamenti, il sabato pomeriggio dalle ore 15 alle 18 a partire da questo 23 febbraio. Una festa chiuderà gli incontri il 23 marzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)