TABELLINO: Sutor Montegranaro – JuveCaserta.
SUTOR MONTEGRANARO: Steele 9 (2/3, 1/3), Cinciarini 16 (2/4, 4/9), Panzini 0 (0/1, 0/1), Perini 0 (-/-, 0/1), Slay 9 (3/4, 1/3), Freimanis  6 (0/1, 2/4), Campani 5 (1/3, 1/1), Di Bella 11 (3/5, 0/2), Mazzola 2 (1/1, -/-), Johnson 2 (1/3, 0/3), Burns 24 (10/14, 1/2), Amoroso 13 (2/5, 2/4). All.: Carlo Recalcati.
JUVE CASERTA: Maresca 3 (0/3,1/3), Jonusas 17 (4/6, 2/3), Mordente 3 (0/1, 1/4), Marzaioli 0 (-/-, -/-), Michelori 1 (0/3, -/-), Akindele 24 (7/8,-/-), Sergio 2 (1/1, -/-), Gentile 10 (4/6, 0/3), Cefarelli n.e., Jelovac  16 (5/8, 1/6).   All: Sacripanti Stefano.
Arbitri: Sabetta, Aronne, Martolini.
Note: Parziali 22-18, 31-9, 18-21, 26-28. Tiri da due Montegranaro 25/44, Caserta  21/36. Tiri da tre Montegranaro 12/33, Caserta  5/19. Tiri liberi Montegranaro 11/12, Caserta  19/24. Assist Montegranaro 15, Caserta  12. Stoppate Montegranaro 0, Caserta  3. Schiacciate Montegranaro 3, Caserta  3. Rimbalzi totali Montegranaro 35, Caserta 35.
Usciti per cinque falli: Jonusas (C), Amoroso (M).

ANCONA – Un parziale di 31-9, nel secondo quarto, spiana la strada a Montegranaro e le consegna le chiavi di una vittoria per nulla scontata contro Caserta, considerando anche i problemi che accomunano le due società. Problemi che per Montegranaro sono stati amplificati dal rifiuto da parte dei giocatori di disputare un torneo durante la pausa per le Final eight. Grave danno anche di immagine ed in molti si sono chiesti come il pubblico, i giocatori e lo staff  avrebbero  reagito ad una situazione di certo mai vissuta prima dall’ambiente veregrense.

Da parte sua Recalcati, nel manifestare la sua felicità per la vittoria -“Sono sempre felice quando vinco”-, sfiora l’argomento più delicato della serata testimoniando che “la mia è una doppia soddisfazione perché in campo abbiamo confermato quanto ho detto alla vigilia dell’incontro. Sapete tutti cosa è successo la settimana scorsa. Devo dire che non abbiamo mai saltato un allenamento ed abbiamo avuto la possibilità di allenarci sempre con il giusto impegno. Tutto questo ci ha premiato”. Un plauso speciale il coach lo riserva a Tamar Slay, il cui rendimento “è andato oltre ogni aspettativa, visto che in settimana avevo detto che era al 30% delle sue potenzialità. Sono comunque felice di come ha giocato tutta la squadra ed i 2 punti sono veramente importanti, in chiave salvezza, per il morale e per l’ambiente che ci circonda”.

Il coach vuole ripartire dall’ottima prova di Burns “non solo per i punti che segna, ma anche per l’energia che può mettere, per la sua presenza a rimbalzo”, dalle 2 sole palle perse in tutto il primo tempo (“se non è un record ci si va vicino”) e dall’attaccamento alla maglia. Egli afferma infatti: “L’intento di tutti è di onorare questa maglia, e spero che tutti facciano come abbiamo fatto noi oggi, perché la maglia non la dobbiamo onorare solo noi ma tutte le componenti: dalla società ai tifosi”.

All’ex tecnico della nazionale non va proprio giù la contestazione riservata dai tifosi al capitano Di Bella: “Mi dispiace. Mi dispiace molto perché la nostra è una squadra e se c’è una cosa che i giocatori fanno, la fanno tutti assieme. Ora non sono io a dover dire cosa si deve fare, io devo solo svolgere al meglio il mio lavoro”. Ritornando in seguito sull’argomento Di Bella, Recalcati ricorda che la buona prestazione del play contro Caserta è figlia di un proficuo periodo di allenamenti, reso possibile da una terapia molto dura che pochi atleti sarebbero disposti a sopportare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 133 volte, 1 oggi)