ALBA ADRIATICA – Cerca di spacciarsi per la propria madre che non è in casa durante un controllo dei carabinieri, ma il trucco non riesce e vengono entrambe denunciate.

Quando i militari hanno suonato all’abitazione di D.S., rom di 38 anni, per controllare se la donna agli arresti domiciliari fosse in casa, dal balcone del secondo piano si è affacciata la figlia M.G. di 19 anni, che coprendosi il volto con i lunghi capelli e confidando nella somiglianza con la madre, ha cercato di spacciarsi per lei, che nel frattempo era uscita. I carabinieri però si sono accorti del trucco, e hanno invitato la donna a scendere per ulteriori controlli. E’ quindi scattata nei confronti della giovane la denuncia per sostituzione di persona.

Nel frattempo la madre, probabilmente avvertita dai parenti del controllo dei carabinieri, si è recata al Pronto Soccorso di Sant’Omero adducendo un malore per giustificare l’uscita da casa. Stratagemma che però non le ha risparmiato la denuncia per evasione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 416 volte, 1 oggi)