Gli aggiornamenti sono contenuti nella nuova pagina, www.rivieraoggi.it/lungomarenord, e nel forum FreedCamp al quale chiediamo di iscrivervi scrivendo una mail a info@rivieraoggi.it con oggetto: LUNGOMARE.

 

Di seguito una bozza di alcuni punti che compongono una sorta di guida del “percorso partecipativo” relativo al nuovo lungomare sambenedettese elaborati da alcuni componenti del Forum sul giornalismo partecipativo. Chiediamo ai lettori e cittadini di fornirci il loro parere in merito ed eventuali integrazioni. Una volta terminato questo passaggio si cercherà di organizzare un incontro aperto coi rappresentanti amministrativi cittadini al fine di ottenere le informazioni ritenute necessarie.

 

1. Il lungomare sambenedettese è patrimonio collettivo dell’intera cittadinanza, a livello storico, culturale ed economico. Per questo si auspica il massimo coinvolgimento per le decisioni che verranno prese.

2. Il lungomare sambenedettese non può essere considerato “altro” rispetto al resto della città di San Benedetto del Tronto, a livello urbanistico e di viabilità. Occorrerà dunque che la progettazione avvenga cercando di conciliare lungomare e urbanizzazione complessiva.

3. La nuova pianificazione del lungomare sambenedettese dovrebbe quindi rientrare nella pianificazione strategica urbana cittadina del nuovo Piano regolatore.

4. Il lungomare sambenedettese si affaccia su un bene ambientale importante come la spiaggia e il mare: per questo si chiede la valorizzazione massima dell’ambiente, seppur in una zona ad alta antropizzazione. Alta considerazione dell’uso sostenibile dell’energia, dell’acqua, dei mezzi di spostamento.

5. Il lungomare sambenedettese mira a coinvolgere nella progettazione anche l’area del centro cittadino – rotonda Giorgini – fino all’area dello stadio Ballarin, in modo da rendere meno traumatico il passaggio verso il lungomare grottammarese nell’ottica della “città grande”.

6. La riqualificazione del lungomare sambenedettese richiede un impegno economico che dovrà essere valutato nella massima trasparenza, attraverso la divulgazione dei documenti contabili e delle fatturazioni conseguenti.

7. La riqualificazione del lungomare può avvenire attraverso le forme più trasparenti relative non solo riguardo gli appalti ma anche per le proposte tecniche in campo. Sarebbe auspicabile anche una gara di idee per stimolare suggerimenti e opinioni.

8. A causa della sua importanza e degli investimenti che saranno ritenuti necessari, sarebbe opportuno considerare il lungomare come uno spazio fruibile e vivo non solo durante la stagione balneare, ma anche nei restanti mesi dell’anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.677 volte, 1 oggi)