SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non solo la Fiera di Mosca. San Benedetto si apre anche al Marocco e parteciperà dal 13 al 17 febbraio al Salon Halieutis di Agadir.

La manifestazione, giunta alla seconda edizione, vedrà la partecipazione di ben trentacinque Paesi, per un totale di oltre trecento espositori. Il tema conduttore? “Quale valorizzazione per una migliore competitività”.

Sarà dunque l’occasione per le imprese del territorio di promuovere le attrezzature da pesca, da sempre considerate all’avanguardia nel settore. “Lo scopo è creare contatti e sinergie – spiega l’assessore alla Pesca, Fabio Urbinati – il nostro obiettivo, oltre che speranza, è quello di contribuire al rilancio dell’economia”.

Per il Marocco partirà più precisamente una delegazione di Piceno Promozione, azienda speciale della Camera di Commercio di Ascoli, guidata dal presidente Gino Sabatini. Le ditte aderenti sono sei: la Iscar Funi Metalliche e Frigoemme di San Benedetto, la Cmm di Campofilone, la Movinox di Ascquaviva e la Funis Coop di Colli del Tronto. In squadra anche la Idromeccanica di Civitanova.

“San Benedetto ricoprirà il ruolo di comune capofila”, afferma Sabatini. “Saremo gli unici rappresentanti Italiani presenti alla fiera”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.639 volte, 1 oggi)