SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito una nota stampa della segreteria provinciale di Aaroi-Emac.

Con grande stupore apprendiamo della riapertura delle sale operatorie dell’Ospedale di San Benedetto del Tronto grazie all’assunzione di due anestesisti da destinare alla Chirurgia.

Premesso che i due medici anestesisti vengono destinati al Servizio di Anestesia Rianimazione e Terapia Antalgica , struttura portante di tutto l’ospedale deputata a garantire anche e non solo l’attività chirurgica, la realtà è completamente diversa da quella dipinta.

Infatti

E’ quindi evidente che si continua a gestire la sopravvivenza senza alcuna possibilità di aumentare l’attività operatoria, obiettivo peraltro auspicabile per le grandi potenzialità che offre il nostro Ospedale e le lunghe liste di attesa chirurgiche.

E’ comprensibile che il clima elettorale stimoli l’uso di colori sgargianti per dipingere una realtà opaca ma non è accettabile stravolger i fatti tradendo la fiducia dei lavoratori della Sanità e dei cittadini di San Benedetto.

 

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 104 volte, 1 oggi)