GROTTAMMARE – Pubblichiamo interamente la risposta del sindaco di Grottammare al consigliere Sandro Mariani di “Grottammare Futura” sul futuro parcheggio interrato di via Matteotti.

“Sono veramente contento di poter rispondere a una critica del consigliere Sandro Mariani su un parcheggio che va ad aumentare la disponibilità di posti auto, in maniera significativa, in pieno centro cittadino.

 Abbiamo prima approvato, con numerose assemblee pubbliche, l’accordo di programma con la ditta Gedaf per la riqualificazione dell’ex area Cardarelli e poi, sempre con incontri aperti a tutti, abbiamo proposto lo spostamento del parcheggio dalla Stazione a via Matteotti.

Devo osservare che da parte del consigliere Mariani, le critiche rispetto a ogni cambiamento a Grottammare non sono una novità: ricordo che le piazze San Pio V e Kursaal furono giudicate piazze inutili, anzi, dannose, perché trasformavano spazi di circolazione del traffico in spazi di aggregazione. Per fortuna, il tempo e l’approvazione dei cittadini mi hanno dato ragione così come succederà una volta realizzato questo parcheggio.

Per tranquillizzare l’architetto Mariani, ribadisco che la viabilità rimarrà a doppio senso di marcia, con lo spazio per la sosta degli autobus e con una riqualificazione del tratto di via Matteotti che seguirà il criterio già utilizzato per piazza San Pio V.

Per quanto riguarda i rischi degli edifici, stiamo parlando di un problema tecnico e il progetto presentato dal privato dovrà essere vagliato dagli uffici comunali e dovrà certamente garantire la sicurezza di tutti.

Sulla questione dei sottoservizi, invece, sarà questa l’occasione per modificare, migliorandolo, lo smaltimento delle acque meteoriche, proprio per evitare gli allagamenti del centro. Bisognerà, cioè, realizzare una nuova condotta delle acque bianche che da via Matteotti raggiunga il collettore sul lungomare con il diametro dello scarico più idoneo alle necessità e quindi mettendo in assoluta sicurezza il centro cittadino da rischi futuri.

Concludo, facendo notare un aspetto non secondario dell’operazione di trasferimento: l’accordo che facemmo all’epoca con la ditta Gedaf era precedente alla realizzazione dei parcheggi nell’area Stazione. Considerato che oggi quell’area è sufficientemente servita da parcheggi, lo spostamento rappresenta una straordinaria opportunità per aumentarne il numero in una zona vicinissima all’isola pedonale e ad altri importanti luoghi di pubblico interesse”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 228 volte, 1 oggi)