SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sapori per il palato conditi con tecnologie web 2.0. Ecco il progetto Eating Piceno, a cui hanno collaborato Confindustria Ascoli Piceno, Sorgenti Comuni, Bacino Imbrifero del Tronto, Terre del Piceno, per realizzare un connubio tra enogastronomia e comunicazione.

Ad oggi, tramite il sito www.eatingpiceno.it ove è postata la pagina provvisoria per scaricare bando e candidarsi a far parte del social media team, sono pervenute oltre 70 richieste di adesione. Tutte le proposte verranno valutate da un’apposita commissione con il supporto di strumenti innovativi che riescono a mettere in evidenza l’influenza e il seguito mediatico che il “blogger” ha nel web.

La candidature scadranno lunedì 11 febbraio e, sempre sul sito, verranno pubblicati i nominativi dei prescelti entro il 13 febbraio.

Bruno Bucciarelli, Presidente della Confindustria Ascoli, introduce il progetto Eating Piceno: “E’ un progetto promosso da Confindustria Ascoli Piceno, Camera di Commercio e la Bim Tronto, con la partecipazione di Confindustria Servizi, Sorgenti Comuni e Terre del Piceno. E’ un progetto che ha come obiettivo la promozione del Piceno attraverso le sue bontà gastronomiche, sfruttando le opportunità di pubblicità offerte dai social network”.

“Viene ripreso un progetto dello scorso anno, Dreaming Terre del Piceno”, continua la Marchetti della Sorgenti Comuni, “che ha avuto gran successo; le aspettative sono ottime, in quanto si crede fortemente di ottenere risultati positivi ancora più ampi di quelli ottenuti nell’anno passato”.

Era presente anche Luigi Contisciani, presidente del Bim Tronto, il quale spiega che “il progetto in questione consiste in una documentazione di materiali multimediali (articoli, foto e filmati) che contribuiranno a rilanciare l’immagine e la cucina del Piceno a livello nazionale. Si andrà infatti alla scoperta dell’anice verde di Castignano, del pesce azzurro del Mar Adriatico, dell’oliva tenera ascolana, dei frutti di bosco e molti altri ancora”. Sempre Contisciani continua, spiegando chi si occuperà della raccolta del materiale multimediale: “Il compito di sperimentare e raccontare le eccellenze agroalimentari e le tipicità enogastronomiche che caratterizzano il nostro territorio sarà affidato ad un social-media team composto da 6 food blogger, 2 fotografi e 2 videomaker” i quali resteranno per 5 giorni nel Piceno.

Chiude la conferenza l’intervento di Bucciarelli: “Aspetto importante da evidenziare è quello che hanno visto protagoniste alcune imprese, che hanno investito una importante parte economica in questo progetto; anche i siti che ospiteranno il team selezionato hanno promosso tale progetto, ospitando gratuitamente o a prezzi estremamente ridotti”.

Il tour sarà preceduto dal “Marche Food Camp”, un intenso pomeriggio in cui esperti, startupper, operatori, e appassionati, ospiti presso l’Istituto Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto, si confronteranno sui temi legati al cibo e alla tecnologia.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)