MARTINSICURO – I prezzi dei loculi ancora al centro dell’attenzione a Martinsicuro, con il consigliere Pdl di Progetto Comune Massimo Vagnoni che risponde alle esternazioni della maggioranza sull’aumento del 90% in un anno.

“Sulla questione dei loculi – afferma Vagnoni – la maggioranza continua ad adoperare gli stessi metodi utilizzati nella decisione sulle aliquote IMU. Si adottano provvedimenti che vanno ad incidere sulle tasche dei cittadini senza alcuna visione generale e, soprattutto, senza pensare alle ripercussioni che certe decisioni possono avere sulla situazione di  emergenza sociale in essere ormai da anni, e che imporrebbe quindi  una valutazione delle azioni che vada al di là dei semplici e freddi calcoli numerici e delle pur importanti esigenze di bilancio. Queste sono state le ragioni per le quali chi li ha preceduti non è intervenuto con previsione di aumenti. Cosa c’entra il consenso elettorale richiamato da Città Attiva?”

Vagnoni afferma che si sarebbe dovuto procedere in maniera graduale all’adeguamento dei prezzi, per rispondere al periodo di crisi economica che colpisce molte famiglie. Sostiene poi che le risorse per la costruzione dei nuovi loculi si sarebbero potute trovare nel bilancio, come già avvenuto in passato.

“Ma al di là delle scelte comunque legittime di chi amministra – aggiunge – ciò che lascia senza parole è la giustificazione che viene data a questi aumenti, attribuendola alla necessità di reperire risorse per effettuare nuovi lavori di ampliamento e addossando ancora una volta la responsabilità alle amministrazioni precedenti”.

Il consigliere elenca quindi le attività portate avanti dalla precedente amministrazione per i due cimiteri di Martinsicuro e Villa Rosa, con l’approvazione nel 2008 del progetto preliminare per l’ampliamento del cimitero di Martinsicuro e la previsione di 8 stralci funzionali; l’approvazione del progetto per il primo stralcio e il successivo appalto ed esecuzione dei lavori nel 2009, per un importo di 200mila euro; una revisione delle tariffe nel 2010 per rinnovo concessione loculi, cellette ossario con e senza lapide, concessione loculi resisi disponibili; la predisposizione di un atto di indirizzo per incarichi professionali per la realizzazione del secondo stralcio e l’inserimento dell’opera nell’annualità 2011 con previsione di somme (per un importo di 237.600 euro).

“Non si comprende quindi – attacca Vagnoni – quali siano le responsabilità di chi li ha preceduti che, pur non ritoccando le tariffe, ha comunque garantito la realizzazione di due degli otto lotti previsti nel preliminare. Gli interventi venivano programmati per Martinsicuro proprio perché era la situazione che necessitava, rispetto a Villa Rosa, di interventi urgenti. Quindi non si comprendono le ragioni per le quali la maggioranza, per giustificare un aumento di tariffe che rientra comunque nella discrezionalità dell’ente (almeno che non ci sia una previsione di legge che obblighi la copertura totale del lavori con le entrate derivanti dalle cessioni dei loculi) debba ancora una volta rifugiarsi dietro responsabilità presunte delle precedenti amministrazioni. Ciò omettendo, tra l’altro, di ricordare i lavori eseguiti e quelli che si eseguiranno a breve frutto proprio di scelte e programmazioni di chi li ha preceduti”.

Vagnoni, che sulla questione del raddoppio dei prezzi presenterà un’interrogazione consiliare, invita Città Attiva ad impegnarsi nel reperire le risorse per i prossimi necessari ampliamenti. “Mi pare che ciò sia semplicemente un dovere di chi ci amministra” conclude il consigliere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 401 volte, 1 oggi)