MARTINSICURO – Il Tronto e il Vibrata saranno interessati nelle prossime settimane da lavori di sistemazione per scongiurare il rischio esondazione. Sono infatti in corso le procedure di appalto per l’assegnazione dei lavori. 240mila euro l’importo complessivo degli interventi finanziati dalla Regione Abruzzo: 140mila per la sistemazione dell’argine destro del Tronto, e 100mila euro per la riapertura di una sezione di deflusso del Vibrata. Due interventi importanti che aumentano la sicurezza alle estremità nord e sud di Martinsicuro. L’argine danneggiato del Tronto infatti mette a rischio il quartiere Tronto in caso di piena del fiume e forti mareggiate. A sud invece, a Villa Rosa, il Vibrata costituisce un potenziale pericolo in quanto il letto del fiume, oltre ad essersi alzato nei decenni, presenta in molti punti detriti, sedimenti e vegetazione che ne rendono difficoltoso il defluire in caso di piena. I 100mila euro di fondi regionali saranno impiegati per la rimozione del materiale di risulta nel tratto in prossimità del ponte di via Roma. Un primo intervento di messa in sicurezza a cui ne seguiranno successivamente altri per la sistemazione dell’intera parte terminale del torrente, con l’abbassamento di oltre un metro del letto del fiume, la sistemazione degli argini e la rimozione dei detriti in prossimità dei ponti fino alla statale 16. Per tali lavori sono stati previsti 250mila euro di fondi regionali (Fas) e 350mila provinciali provenienti dai fondi per l’alluvione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)