SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Aprirsi alle popolazioni col portafogli pieno. Gian Mario Spacca conferma i contatti sempre più fitti con la Russia, meta con cui sono stati riattivati contatti diretti sul fronte delle tratte aeree. “Si sommano a quelli con la Norvegia e con la Repubblica Ceca. Quello dell’est Europa è un mercato con grande capacità di spesa, va intercettato”.

Il Governatore ed il sindaco Gaspari sottolineano le positive ricadute sul territorio della task-force italo russa che si è svolta in Riviera nell’ottobre scorso. “In quell’occasione è stato sottoscritto un protocollo che si concretizzerà, il prossimo marzo, con un meeting dedicato proprio a San Benedetto nell’ambito dell’Obuv, la Fiera della calzatura di Mosca, in collaborazione con Tour operator russi”. Un appuntamento importante “che conferma la validità del nostro modello integrato di programmazione turistica in cui ogni città contribuisce alla strategia complessiva esprimendo la propria vocazione”.

Impegno anche per quel che concerne il trasporto ferroviario. Spacca garantisce che l’accordo stipulato con Italo e la concorrenza tra le aziende del settore non potranno che giovare alle Marche: “Trenitalia non corre più da sola, abbiamo affiancato altre realtà. Ritenevamo il servizio ferroviario insufficiente e non gradivamo il trattamento riservatoci. Due ditte sono meglio di una”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 951 volte, 1 oggi)