SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’ennesimo smacco a Perazzoli, attraverso Spacca. La giunta Gaspari porta a casa la partita e sotto sotto gongola dinanzi alla plateale sfiducia mostrata dal Presidente della Regione nei confronti del consigliere regionale del Partito Democratico.

Un semplice chiarimento dei ruoli per il Governatore che però, a San Benedetto, assume una visione assai differente, soprattutto all’indomani delle tensioni in maggioranza delle ultime settimane. “Contano più un Presidente ed un assessore rispetto ad un consigliere. E’ necessario pesare i rispettivi ruoli”. Precisazione rivolta alle esternazioni dell’ex sindaco, con le quali aveva anticipato il parere positivo del tavolo tecnico regionale a proposito della questione Gas Plus. Un pronostico azzeccato in pieno, che tuttavia a detta di Spacca avrebbe mostrato alla cittadinanza un’istantanea diversa dalla realtà, rispetto alle reali intenzioni di Palazzo Raffaello. A metterci il carico infatti sarebbero state le ripetute opinioni favorevoli di Perazzoli sul tema di un impianto di stoccaggio del gas metano.

Il ridimensionamento avviene sotto gli occhi di Paolo Canducci e Margherita Sorge, principali bersagli dell’esponente democratico: “La popolazione è stata disorientata dalle sue parole – continua Spacca – a voi chiedo aiuto e di ripristinare la verità”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 757 volte, 1 oggi)