SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il panico bussa alla porta ma la Samb non ha alcuna intenzione di accoglierlo in casa. A seguito del deludente risultato conseguito a Città Sant’Angelo, dirigenza e reparto tecnico si sono come di consueto riuniti.

Nessun colpo di scena ma solo un doveroso dialogo tra le singole parti: “Abbiamo analizzato insieme il momento che stiamo attraversando ed è avvenuto senza apprensione – ha dichiarato mister Palladini – Ieri è mancato tutto sotto ogni punto di vista e ne sono consapevole. In relazione alle difficoltà incontrate vorrei, prima di esprimermi, parlare seriamente con i giocatori. Ciò che più mi colpisce non è il risultato ma l’atteggiamento che stanno assumendo”.

Per tornare a splendere il tecnico conosce la soluzione: “Ora mi preme dare nuovamente entusiasmo e lavorerò molto su questo – ha spiegato – Per vincere è necessario riscoprire lo spirito di gruppo ed io voglio assolutamente far capire che questi quarantaquattro punti non ce li ha regalati nessuno. Siamo ancora primi e proprio per questo dobbiamo immediatamente trovare la combattività lavorando di più e più insieme”.

Nel corso della riunione non è mancato l’intervento del vicepresidente Claudio Bartolomei che ha ribadito quando affermato nel dopopartita di domenica: “Ha continuato a dire che la differenza devo farla io – ha spiegato Palladini – Posso solo ribadire che svolgerò come sempre il mio lavoro cercando di comprendere i miei errori e quelli relativi alla squadra. Ho delle responsabilità ma è pur vero che l’obiettivo, per essere perseguito, necessita del gruppo“.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.041 volte, 1 oggi)