SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Le aree protette come traino per lo sviluppo dell’area Adriatica. Questo è il tema di fondo per “AdriaPan in Europe“, momento di incontro per tutti gli amministratori, gli operatori, i tecnici e gli esperti, che hanno a che fare con Parchi, Riserve e Aree Marine Protette del nostro mare.

La rete, già esistente dal 2008, che unisce tali realtà si chiama “AdriaPan- Adriatic Protected Areas Network” e vede operative oltre 30 aree protette di tutti i paesi bagnati dall’Adriatico. Il 31 gennaio e il 1 febbraio 2013 i rappresentanti della rete si incontrano a San Benedetto del Tronto in un workshop dal titolo: “AdriaPan in Europe-EU programs for the Adriatic Protected Areas: Life and more” .

L’evento, previsto nei progetti Life “Re.S.C.We” e AII “PANforAMaR”, coordinato da Comune di San Benedetto del Tronto e Riserva Naturale della Sentina in collaborazione con l’area Marina Protetta “Torre del Cerrano”, costituisce un importante momento sia per rafforzare la rete AdriaPan sia per rafforzare le collaborazioni volte a intraprendere azioni di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale e naturalistico delle Aree Protette delle due sponde del Mare Adriatico.

Il meeting è finalizzato alla valutazione di progetti in campo ambientale a vantaggio delle aree protette marine e costiere adriatiche da presentare a valere su canali di finanziamento internazionale e sui fondi comunitari, con particolare riferimento al programma europeo Life+.

Durante i due giorni di lavoro si affronteranno vari argomenti e si alterneranno attività di diverso tipo. La prima giornata di lavoro, giovedì 31 gennaio (mattina in sala consiliare e pomeriggio presso l’Hotel “Progresso”) è dedicata alla conoscenza della situazione particolare che i paesi dell’Adriatico si trovano ad attraversare in questa fase di costituzione di una Macro Regione dell’Unione Europea. Amministratori, esperti e tecnici svilupperanno il tema delle opportunità che si apriranno e i programmi di maggior interesse per il supporto dei progetti delle aree protette adriatiche.

Nella seconda giornata di lavoro, venerdì 1 febbraio, presso l’Hotel “Progresso”, saranno invece presentati i singoli progetti di interesse transnazionale già in avvio in ambito adriatico; e verranno organizzati dei tavoli di lavoro atti ad approfondire le tematiche da affrontare nelle future proposte operative da portare al vaglio da parte dell’Unione Europea, e non solo.

Contemporaneamente saranno presentati e discussi anche progetti che sono attualmente in una fase più avanzata: alcuni già conclusi e altri in fase di valutazione, al fine di far conoscere i risultati ottenuti di recente e migliorare le prospettive di riuscita per le iniziative in fase di avvio, oltre che per iniziare a prospettare la redazione di progetti di consolidamento dei risultati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.363 volte, 1 oggi)