SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due volanti della Polizia, due dei Carabinieri, una della Polizia Municipale, oltre al dirigente comunale Pietro D’Angeli e ad altri due vigili in borghese. Un totale di tredici componenti delle forze dell’ordine per mantenere, per la seconda settimana consecutiva, la situazione tranquilla in Via Mentana.

Tutto ciò sommato all’ordinanza varata dieci giorni fa dal sindaco Gaspari, che vieta a partire dalla mezzanotte la consumazione esterna ai locali di bevande alcoliche. I residenti esultano ed apprezzano la metamorfosi: non più di 300 persone in strada, dato crollato ad appena cento all’una di notte e azzeratosi completamente sessanta minuti dopo.

Certo, il freddo ha contribuito non poco, tuttavia l’assenza di risse o di atteggiamenti provocatori fa tirare ugualmente un sospiro di sollievo. “Se questo è il tenore dei controlli va benissimo – commenta il presidente del quartiere Marina Centro, Pierfrancesco Troli – è stata una serata normale chiusa in maniera normale, speriamo continui così. Tempo qualche sabato e gli stupidi verrebbero scoraggiati”.

Il timore, non a caso, è lo stesso di sempre: che l’attenzione scemi a lungo andare e che l’occhio di bue sul perimetro delle polemiche si spenga da un momento all’altro. “Sono state elevate delle contravvenzioni ed identificati dei ragazzi”, prosegue Troli. L’accusa? Urla, schiamazzi e violazione delle norme fissate dal primo cittadino. Qualcuno è stato pure beccato ad urinare in strada, nella vicinanza delle abitazioni. “L’effetto comunque si nota, i risultati ci sono e sono quelli auspicati da tutti”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.277 volte, 1 oggi)