GROTTAMMARE – I No Tav arrivano nel Piceno, per l’esattezza a Grottammare, sabato 26 gennaio. A partire dalle 17 al Depart (piazzale della stazione FS) si terrà infatti una “giornata di solidarietà” al Movimento valsusino che da oltre 20 anni si oppone alla costruzione della linea ad Alta Velocità Torino-Lione. L’organizzazione dell’evento è a cura della Casa del Popolo C.Vera di san Benedetto del Tronto.

Per l’occasione ci raggiungeranno due ospiti piemontesi: si tratta di Patrizia Soldati, 55 anni, cuoca all’asilo di Susa con varie esperienze movimentiste ed Ermelinda Varrese, 50 anni, femminista, operatrice sociale. Entrambe sono nel movimento No Tav dal 1996 ed oggi ne sono tra le più autorevoli ambasciatrici.

Le due donne racconteranno le ragioni di un Movimento troppe volte balzato agli onori della cronaca solo per azioni di disobbedienza, ma che ha costruito la sua autorevolezza nella quotidianità in anni di resistenza a un’opera giudicata dannosa e inutile, diventando un punto di riferimento politico con il quale oggi è necessario confrontarsi e dal quale – sotto molti punti di vista – è possibile imparare. Con l’occasione le due presenteranno il libro “A sara dura“, a cura del centro sociale Askatasuna.

Ma non è tutto: a seguire la compagnia teatrale romana “teatri della Viscosa” presenterà uno spettacolo dedicato alla Val di Susa e intitolato “No Tavevo detto”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 295 volte, 1 oggi)