Terrificanti i dati pubblicati da Rete Impresa: i consumi sono calati del 4,4% nel 2012, ed è prevista una ulteriore contrazione dell’1,4% nel 2013.

Il reddito medio degli italiani scenderà quest’anno a 16.955 euro, rispetto ai 17.337 del 2012, e circa 1.300 euro in meno che il 2011, quando il reddito disponibile era pari a 18.216. Se andiamo all’inizio della crisi, abbiamo che nel 2007 il reddito medio era di 19.515 euro pro capite: quindi il 15% in più rispetto a quanto previsto per il 2013.

E parliamo di medie: tutti gli indici negli ultimi trent’anni misurano un crescente divario tra i più poveri e i più ricchi, in Italia ma anche nell’America di Obama: è probabile dunque che la contrazione della quota relativa alla classe medio-bassa sia ancora maggiore.

Gli italiani sembrano rassegnati: si tornerà a L’Albero degli Zoccoli, magari con Ipad e connessione wifi. Ma sempre plebe.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 480 volte, 1 oggi)