TABELLINO: Sutor Montegranaro-Sidigas Avellino  95-71.
SUTOR MONTEGRANARO: Steele 12 (3/4, 1/3), Cinciarini 16 (4/9, 2/), Panzini 3 (-/-, 1/1), Perini 2 (1/1, 0/1), Slay 6 (2/3, 0/2), Freimanis  2 (1/1, -/-), Campani 5 (2/2, -/-), Di Bella 6 (2/4, 0/2), Mazzola 2 (1/2, 0/1), Johnson 12 (2/6, 2/5), Burns 17 (3/8, 3/4), Amoroso 12 (4/11, 1/1). All.: Carlo Recalcati.
SIDIGAS AVELLINO: Ronconi n.e., Biligha 6 (1/4, -/-), Richardson 17 (3/6, 2/4), Spinelli 0 (0/1, -/-), Ivanov 12 (6/7, 0/2), Tammaro n.e., Hardy 5 (1/6, 1/3), Dragovic 3 (0/3, 1/4), Riccio n.e., Shakur 12 (5/9, -/-), Johnson L. 8 (3/7, -/-),  Dean 8 (1/3, 2/5). All: Cesare Pancotto
Arbitri: Begnis, Weidmann, Calbucci.
Note: Parziali 24-14, 23-20, 29-20, 19-17. Tiri da due Montegranaro 25/51, Avellino 20/46. Tiri da tre Montegranaro 10/22, Avellino 6/18. Tiri liberi Montegranaro 15/16, Avellino 13/20. Assist Montegranaro 14, Avellino 10. Stoppate Montegranaro 1, Avellino 0. Schiacciate Montegranaro 1, Avellino 1. Rimbalzi totali Montegranaro 42, Avellino 37.
Usciti per cinque falli: L. Johnson (Av)

ANCONA – Nella seconda gara casalinga consecutiva, la Sutor Montegranaro incontra la Sidigas Avellino, squadra che, al momento, si trova a quota 8 punti, proprio come la padrona di casa. La formazione ospite, largamente rinnovata dall’inizio dell’anno per via dell’inserimento di tre nuovi giocatori e del doppio cambio dell’allenatore, scende in campo e non trova il feeling giusto per approcciare la partita. Da subito saltano all’occhio i difetti, come l’imprecisione dei tiri, soprattutto dall’arco, e il gioco di squadra affatto  senza sbavature.

I primi minuti scorrono senza grosse azioni offensive, da ambo le parti. Si arriva al quinto minuto con il tabellone che segna 7-5 grazie all’ultimo canestro messo di Steele. Per demerito degli avversari, la Sutor inizia la comoda salita. Non che i ragazzi di Recalcati giochino male, solo l’impressione è che pecchino di superficialità in talune azioni. Non a caso perdono il doppio delle palle di Avellino (4 contro le 2 di Avellino). Recalcati, visto il netto vantaggio, negli ultimi minuti prova a inserire anche Campani che realizza un canestro e si prende il tiro aggiuntivo procuratogli dal fallo di L. Johnson (20-9). Il divario si fa pesante per coach Pancotto, ma per sua fortuna Dragovic infila una bomba agli ultimi secondi e il quarto si chiude sul 24-14.

Si riassesta Avellino nel secondo quarto, ma la difesa della Sutor inizia a organizzarsi  E’ un parziale abbastanza equilibrato (23-20 allo scadere dei minuti), ma la Sidigas soffre per quel gap rimediato nel primo quarto e non recupera niente. In compenso Montegranaro gira bene e trova facili canestri, tanto da andare al riposo lungo sul 47-34.

Al rientro dall’intervallo, Burns e Amoroso, quasi subito, fanno sventolare la retina tirando dall’arco 50-34 e 53-34. Dean cerca di trainare i suoi piazzando una bomba da distanze siderali (57-38), ma l’offensività di Montegranaro non è altalenante come quella di Avellino e la continuità dà i suoi frutti. Inizia la contestazione da parte dei tifosi ospiti e forse a ragione, vista la scarsa concentrazione di alcuni giocatori. Negli ultimi minuti del quarto tirano senza marcatura Dean e Richardson e trovano le triple giuste, ma guardando il tabellone sembrano ancora gocce nel mare. Il parziale si chiude sul +22 per Montegranaro (76-54)

Spinelli apre l’ultimo quarto con un fallo antisportivo su Kyle Johnson che realizza i liberi (78-54). Ma Avellino prova con iniziative individuali a limitare i danni: Richardson ha un buon rendimento nei primi minuti, ma i suoi non lo seguono, in particolare Dragovic, stasera in evidente impasse. Al quinto minuto e mezzo di gioco Linton Johnson si carica del suo quinto fallo e deve uscire. La Sidigas ne risente ulteriormente e mentalmente è già negli spogliatoi. Recalcati, negli ultimi minuti, fa entrare la Sutor B, tutti quei ragazzi che stanno in panchina e che è difficile veder giocare. Ebbene, Avellino è talmente scompaginata che si fa infilare ben 7 punti dai giovanissimi Panzini, Perini e Campani. Quest’ultimo chiude la pratica Avellino: 95-71.

Al di là del punteggio ottenuto, è stata senz’altro una partita importante per la classifica, dato che la Sutor deve agguantare ogni possibile risultato per rimanere a galla. E deve farlo a scapito di quelle squadre che, come Avellino, lottano per rimanere nella massima serie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 205 volte, 1 oggi)