GROTTAMMARE – Il Grottammare domenica 20 gennaio salirà sull’autobus diretto a Tolentino per affrontare al ‘Della Vittoria’, nello scontro diretto, la squadra cremisi. Il team di Zaini viene da una sconfitta contro l’Atletico River Urbinelli e vorrà di certo riscattarsi, mentre i rivieraschi faranno la loro partita per continuare la striscia positiva, e ci si augura che il detto ‘Non c’è due senza tre’ sia sempre valido. Molti gli ex tra i cremisi, a partire proprio dall’allenatore Luigi Zaini, che lo scorso anno è stato esonerato ad una giornata dal termine e per un soffio non ha portato la squadra ai play-off. Insieme a lui vestivano la casacca bianco celeste Jari Iachini, che non sarà in campo causa squalifica, Alessandro Frinconi e Federico Ruggeri, a cui si aggiungono Ettore Ionni e Matteo Nicolosi, che hanno militato nel Grottammare alcune stagioni fa.

Il tecnico abruzzese Giuseppe De Amicis non abbassa la guardia nonostante il successo esterno di Monte Urano e quello interno con l’Elpidiense Cascinare: «Io continuo a guardarmi alle spalle, ma soprattutto guardo la mia squadra, perché c’è bisogno di avere questa attenzione, anche durante gli allenamenti, di essere determinati e soprattutto di cercare in maniera spasmodica il sacrificio verso i compagni. I risultati si ottengono insieme, in 11, anche con chi gioca meno ed entra nel momento in cui la squadra ha bisogno di forse fresche».

Ultimamente è stato costretto a rivedere un po’ il modulo “preferito”, il 4-4-2. «Con la Monturanese abbiamo giocato con un modulo diverso dal solito, con un trequartista e due punte, tre centrocampisti, e domenica scorsa con una sola punta. Una squadra deve abituarsi a cambiare modulo, lo fa anche durante le partite, e secondo la disponibilità dei giocatori a volte c’è bisogno di assestare e cambiare modulo, non lo facciamo a seconda della squadra avversaria, ma piuttosto a seconda di chi sta meglio e va in campo. Li ho trovati meglio riguardo al nervosismo, ma non c’è da abbassare la guardia, perché sono ragazzi giovani e bisogna stare sempre lì a cercare di dare tranquillità, poi è ovvio che i risultati fanno tanto, perché quando arrivano la tranquillità viene un po’ da sé».

Programma 18a giornata (3a di Ritorno) di domenica 20 gennaio 2013 ore 14:30:
Atletico River Urbinelli-Matelica (All’andata 0-4) ; Elpidiense Cascinare-Corridonia (2-3); Fermana-Biagio Nazzaro (1-1) ; Montegranaro Provincia Fermana-Cagliese (Giocata sabato 19) 1-0; Monturanese-Cingolana (giocata sabato 19) 1-0; Pagliare-Forsempronese (3-0) ; Tolentino-Grottammare (0-0) ; Urbania-Vigor Senigallia (1-2).

All’andata al Pirani è finita 0-0 . Mentre la scorsa stagione la gara del Della Vittoria di Tolentino finì 0-2 (53′ e 55′ Ludovisi) per il Grottammare.

CLASSIFICA : Matelica 41, Biagio Nazzaro Chiaravalle 36, Montegranaro Provincia Fermana * 34, Fermana e Forsempronese 29, Atletico River Urbinelli 28, Pagliare 24, Grottammare, Monturanese * e Tolentino 23, Corridonia e Vigor Senigallia 19, Cagliese * 16, Urbania 12, Elpidiense Cascinare 11, Cingolana * 9.
*= una gara in più

STATISTICHE GROTTAMMARE:
Serie positiva in corso: 2 successi consecutivi.
Vittorie: 5 (Con Forsempronese, Cagliese, Urbania, Monturanese ed Elpidiense)
Pareggi: 8 (con Elpidiense Cascinare, Tolentino, Atletico River Urbinelli, Fermana, Cingolana, Vigor Senigallia , Corridonia e Pagliare).
Sconfitte: 4 (con Monturanese, Biagio Nazzaro, Matelica e Montegranaro).
Gol fatti: 21 (13 in casa e 8 in trasferta) con 6 diversi marcatori: Biancucci (1), Matteo Calvaresi (1), Gaibo Mouele (2), Ludovisi (10), Nardini (1) e Rosa (6).
Gol subiti: 17 (9 in casa e 8 fuori) .
Differenza reti: +4 (21-17)
Capocannoniere: Dario Ludovisi con 10 reti all’attivo
Punti interni: 12 (su 8 gare in casa): 3 successi, 3 pareggi e 2 ko.
Punti esterni:11 (su 9 gare in trasferta): 2 successi, 5 pareggi e 2 ko.
Espulsioni (di giocatori): 5 (Adamoli, Ludovico Capriotti, Petrucci, Schicchi e Simoni)
Ammonizioni: 43
Media inglese: -10

INFO ECCELLENZA MARCHE: La 17a giornata (2a di ritorno) del massimo campionato regionale è stata fatale a 2 tecnici entrambi esonerati. Dunque altri 2 cambi di panchina, uno non sorprendente e l’altro clamoroso.
Partiamo da quello che era prevedibile visti i cattivi risultati dell’Elpidiense (attualmente penultima con soli 11 punti) che ha rimosso dopo il ko di Grottammare il tecnico Sergio Calcabrini affidando la panchina al duo Simone Damiani Stefano Renzi, quest’ultimo responsabile dell’area tecnica del settore giovanile. Il duo esordirà sulla panchina bianco-rosso-blu domani nella gara interna col Corridonia vero e proprio spareggio salvezza .
Passiamo ora invece al cambio di panchina imprevisto e che ha fatto più scalpore ovvero quello della capolista Matelica che dopo l’inatteso e rocambolesco ko (il 2° stagionale, il 3° se si conta anche quello ai supplementari nella finale di Coppa Italia d’Eccellenza contro la Fermana) interno con l’Urbania ha esonerato il tecnico Nicola Spuri Forotti nonostante l’ottimo score finora ottenuto dalla squadra bianco-rossa nella stagione in corso con l’attuale primato in classifica con 5 punti (erano 10 qualche settimana fa) di vantaggio sulla seconda e 10 (ora 7 in attesa che giochi il Matelica, visto che il Montegranaro ha vinto l’anticipo della 18a giornata) sulla terza e nonostante il fantastico triplete (campionato di Promozione Marche Girone A, Coppa Italia di Promozione Marche e titolo di campione regionale di Promozione) dello scorso anno. La panchina della neopromossa capolista è stata affidata a Fabio Carucci che era il vice di Spuri Forotti. Carucci esordirà da 1° allenatore nella delicata trasferta di Borgo Santa Maria in casa del River Urbinelli. Dunque sia Elpidiense che Matelica hanno scelto per ora soluzioni interne nella speranza di dare uno scossone ai rispettivi ambienti per raggiungere i propri diversi obiettivi.
Con i 2 sopra citati salgono dunque finora a 5 i cambi di panchina in Eccellenza Marche dall’inizio di questa stagione.
In precedenza c’erano stati quelli di Cingolana (che dopo la 15a ed ultima giornata d’andata ha sostituito il dimissionario Lorenzo Ciattaglia con Sandro Sabbatini) , Fermana (che dopo la 3a giornata ha sostituito l’esonerato Gianluca De Angelis con Tiziano Giudici) ed Urbania (che dopo la 15a ed ultima giornata d’andata ha sostituito il dimissionario Antonio Cervellara con Antonio Ceccarini).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 297 volte, 1 oggi)