SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Allarme smog a San Benedetto. La centralina di Piazza Kolbe ha rilevato su tutto il 2012 ben 37 sforamenti, due più del limite consentito dalle normative europee, che fissano la concentrazione di Pm10 a 50 microgrammi su metro cubo giornalieri.

Ma non è tutto, perché i dati risultato incompleti. La stazione infatti non ha offerto alcun responso nei mesi di agosto, settembre e ottobre, oltre che nella seconda metà di luglio. Stona inoltre la comunicazione del Comune che, attraverso l’ordinanza numero 8 del 16 gennaio, ha interrotto al 18 dicembre scorso le osservazioni, con “solo” 33 eccezioni segnalate. Fuori dalla lente d’ingrandimento pertanto le giornate del 24 dicembre, di Natale, Santo Stefano e San Silvestro.

Nonostante ciò, da Viale De Gasperi continuano a parlare di situazione “in lieve miglioramento rispetto al passato”, con la qualità dell’aria che però “presenta ancora condizioni critiche, per cui si rende necessario proseguire nel percorso di rientro dei valori degli inquinanti entro i limiti attraverso una serie di interventi sia a breve che a medio e lungo termine per il controllo degli episodi acuti ed il progressivo allineamento ai valori stabiliti dalle regole vigenti”.

Sono quindi state ufficializzate le nuove date della campagna “Lasciamo l’auto a casa”, tesa a sostenere la concezione della mobilità alternativa in città. Le domeniche a piedi sul versante est del lungomare saranno quelle del 27 gennaio, del 17 febbraio, del 24 marzo, del 28 aprile e del 26 maggio 2013.

Ad essere interessato, come di consueto, il tratto compreso tra via Virgilio (davanti all’area ex camping) e via Trento, interdetto al traffico veicolare di tutti i mezzi a motore ad eccezione di quelli autorizzati (mezzi di soccorso e mezzi pubblici), dalle ore 9 alle ore 13.

“Nessuno pensa di risolvere i problemi dello smog con questa iniziativa”, spiega l’assessore alla Mobilità, Luca Spadoni. “Tuttavia credo si stia lanciando un segnale per la riscoperta di spostamenti alternativi. Per ora è da escludere una chiusura totale del litorale”.

Da settembre a dicembre, la manifestazione è stata supportata dalle positive condizioni meteorologiche. L’amministrazione auspica nella medesima fortuna anche per il futuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 446 volte, 1 oggi)