Edilcost Osimo: Ruini 5, Cardellini 12, Brandoni, Graciotti R. 2, David 12, Vignoni, Conti 19, Schiavoni 9, Graciotti E. 6, Magliani 12

All. Francioni

Basket Club San Benedetto: Centonza, Grimaudo, Vallesi, Cameli 11, Camerano 5, Bruni 2, Cardenas 32, Diop 12, Roncarolo 1, Allocca 2,

All. Valori

Parziali: 19-9, 22-17, 23-15, 13-24
Arbitri: Paglialunga e Falcinelli

OSIMO – Non basta una volenterosa Adriaica Bitumi per battere l’Edilcost Osimo. I ragazzi di Valori, pur dando tutto quello che avevano, sono costretti a capitolare contro la maggior esperienza dei locali.

L’inizio è a rilento per entrambe le formazioni, con un Osimo che sembra avere un gioco più ragionato mentre i rossoblù sono più macchinosi e poco fluidi. La situazione è sbloccata dagli osimani che con un break si portano subito al +10. Il primo periodo si chiude sul 19-9 per la squadra di casa. Nel secondo quarto i locali, grazie alla loro supremazia sul campo, costringono i rivieraschi a commettere molte forzature di gioco, aumentando così il distacco nel punteggio.Cardenas, viaggiando alla media di un punto al minuto, trascina i suoi in una lenta e timida ripresa prima della fine del tempo. Si va negli spogliatoi sul 41 a 26 per Osimo.

Al ritorno dalla pausa i sambenedettesi disfano quanto di buono fatto subendo un pesante break ed arrivando anche al – 31. Cameli e Camerano provano a tenere a galla la compagine di mister Valori, ma la poca lucidità in attacco e la superiorità degli osimani vanificano il tutto. Finale di quarto 64 a 41.Nell’ultimo quarto l’Adriatica Bitumi che non ti aspetti, i ragazzi tirano fuori l’orgoglio difendendo con acribia il canestro e piazzando un parziale al -10, grazie ai contropiedi di Diop e Cameli. Osimo va in panne, l’attacco in affano costringe coach Francioni al time out ma anche a richiamare sul parquet il quintetto titolare. Con questo in campo i giallorossi riescono a contenere l’arrembaggio avversario finendo la partita sul 77 a 65.

Coach Valori a termine della partita ha parole di elogio per i giovani Allocca (’97) Dio e Centonza ( entrambi ’95). Inoltre sottolinea il difficile momento dei rivieraschi a causa della varie assenze per infortunio (Grimaudo e De Angelis) e la mancanza di continuità nel gioco dell’Adriatica Bitumi. Tuttavia si ritiene soddisfatto della partita giocata dai suoi, sopratutto nell’ultimo quarto dove l’impegno e l’intensità profusi sono stati massimi.Vede i ragazzi crescere gara dopo gara, e accumulare esperienza e minutaggi fondamentali per una adeguata crescita agonistica.

Prossima partita il recupero contro la Cestistica AP giovedì alle 21.00 in Ascoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)