SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ultimi ritocchi prima dell’anticipo di sabato 11 gennaio che vedrà i rossoblù impegnati contro l’Amiternina allo stadio Piano d’Accio di Teramo. Una gara che non ammette distrazioni considerando l’avvicinarsi del match più atteso, quello con il San Cesareo, e per il quale nessuno osa tentare pronostici.

Ma cosa resta attualmente di quella squadra che nel settembre scorso battè gli undici di mister Palladini per un risultato di 1-0? A rispondere è stato proprio il centrocampista Alessandro Onesti, ex militante del club abruzzese: “Di quella squadra resta una buona ossatura. Dopo le partenze di novembre credo sia migliorata grazie all’arrivo di Varchetta, Perfetti e Costantino. Quest’ultimo è un buon innesto e con l’aiuto di Gizzi e Pedalino ci darà sicuramente del filo da torcere. L’Amiternina ha un attacco che unisce quantità e qualità e ritengo sia uno dei migliori tra i club che si trovano al centro della classifica. Sono stato il loro capitano, non è una squadra che aggredisce ma posso dire che sono diventati più pericolosi sui calci piazzati”.

E chi sarà a soffrire di più la vigilia di questa sfida? Una Samb che dovrà vendicare la brutta performance di inizio campionato o l’avversario? “Loro sono esordienti – ha commentato Onesti – L’attesa la soffriranno più loro che noi. Per quanto mi riguarda vivrò tutto questo con assoluta normalità anche perché la Samb ha un ideale di gioco che prevede una sola cosa, ovvero, non adattarsi agli altri”.

Nel frattempo la società abruzzese protesta contro le decisioni prese dal questore Amalia Di Ruocco secondo cui la trasferta sarà interdetta a tutti i residenti della provincia di Teramo. L’ordinanza, inoltre, prevede che i botteghini restino aperti per tutti gli altri tifosi fino alle 13 di sabato. Inferocito, il direttore generale dell’Amiternina Alfonso Attardi non si è esentato dall’esprimersi: “E’ uno scandalo. Questa cosa ci danneggia doppiamente poiché non solo giocheremo in un campo neutro ma non avremo neppure un pubblico pagante. Non riesco a capire l’utilità di questa scelta”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 757 volte, 1 oggi)