GROTTAMMARE – Il Comune di Grottammare invita le imprese commerciali del territorio ad accreditarsi presso il MePa, il Mercato elettronico che incrocia la domanda e l’offerta di prodotti di consumo della pubblica amministrazione.

Il MePa è la piattaforma commerciale dove obbligatoriamente devono rivolgersi le PA (Pubbliche Amministrazioni) per tutta una serie di acquisti “sottosoglia”, quegli acquisti cioè di importo inferiore alla soglia di rilievo comunitario (133mila euro per le amministrazioni centrali, 206mila euro per quelle locali).

Oltre a perseguire gli obiettivi di trasparenza e convenienza a vantaggio delle amministrazioni pubbliche, il MePA si presenta anche come strumento per le imprese commerciali di amplificare la propria fetta di mercato.

La domanda di abilitazione va fatta all’Ufficio Appalti della Provincia di Ascoli Piceno o veicolata attraverso le associazioni di categoria.

Strutturalmente, il MePA dovrebbe essere un mercato digitale all’interno del quale i fornitori abilitati offrono i propri beni e servizi direttamente on line alle Pubbliche Amministrazioni che possono effettuare, tramite questo strumento, acquisti diretti da catalogo e richieste di offerta.

Ne conseguirebbe che tutte le imprese potrebbero acquisire, attraverso la partecipazione al MePA, dei vantaggi quali l’ottimizzazione dei costi di intermediazione commerciale, la possibilità di utilizzo di un nuovo canale di vendita, il recupero della competitività (in particolar modo nei mercati locali) ed una maggiore visibilità dei propri prodotti.

In aggiunta a questi benefici, le piccole e medie imprese, avrebbero la possibilità di “varcare” i confini del mercato locale individuando nelle Pubbliche Amministrazioni, presenti su tutto il territorio nazionale, potenziali nuovi clienti, attraverso un approccio semplice, trasparente ed in assenza di oneri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 301 volte, 1 oggi)