SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo l’incontro dello scorso 18 dicembre, nel quale il Comitato Tecnico Regionale avrebbe dato parere favorevole in relazione al Nulla Osta di Fattibilità (in base alla direttiva Seveso II sul rischio di incidente rilevante) relativo alla centrale di stoccaggio gas Gas Plus Storage srl, in zona Agraria, torna ad incendiarsi la fiammella della protesta a San Benedetto.

In un incontro del 2 gennaio, la Conferenza dei Presidenti dei Comitati di Quartiere ha discusso proprio questa notizia: “Ci facciamo promotori dei timori dei residenti, già ampiamente manifestati nella fiaccolata del 14 gennaio 2012, proponendo oggi di concordare con l’associazione Ambiente e Salute nel Piceno e tutte le realtà civiche l’espressione di dissenso più opportuna per manifestare la protesta dei cittadini sambenedettesi”.

La conferenza dei presidenti sottolinea come “L’acquisizione di questo primo parere favorevole allo stoccaggio gas nella nostra città ha fatto sì che i timori iniziali si stiano concretizzando con atti ufficiali senza aver avuto risposta alcuna alle osservazioni scientifiche dello spin-off Terre.it e di altre realtà territoriali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 834 volte, 1 oggi)