SAN BENEDETTO DEL TRONTO  – “Del 2012 rimpiangeremo poche cose. Ora guardiamo all’anno nuovo con ottimismo, dobbiamo pensare positivo. Se sarà buono o cattivo dipenderà da noi, dai nostri comportamenti e dal nostro impegno”. Lo ha detto Giovanni Gaspari, a pochi istanti dall’inizio del conto alla rovescia che ha proiettato l’Italia nel 2013. “Spero che siano dodici mesi di salute – ha proseguito – nei quali possiate trovare serenità nei rapporti con le persone che sono accanto a voi”.

Un discorso ascoltato da 2.500 persone, arrivate in centro per festeggiare nel tradizionale appuntamento del “Capodanno in Piazza”, accompagnato dalle melodie soul del gruppo “Lil’ Cora & the Soulful Gang”. Tutto gratuito, come sottolineato a più riprese dal sindaco, compreso lo spumante, il panettone ed il pandoro offerti dagli organizzatori appena scoccata la mezzanotte.

Ad affiancare Gaspari sul palco di Piazza Giorgini la sola Margherita Sorge. Presenza che rappresenta probabilmente anche un messaggio politico in giornate bollenti per il Partito Democratico e per lo stesso assessore.

Pollice verso invece per l’esito dell’ordinanza anti-botti firmata dall’amministrazione comunale. Nonostante le restrizioni e gli annunci di multe salate, il provvedimento s’è rivelato totalmente innocuo. “L’educazione civica non si apprende all’improvviso, ci vuole tempo per costruirla”, si è difeso il primo cittadino. “I percorsi non si cambiano dall’oggi al domani. Il nostro è un invito al senso di civiltà, nessuno aveva la pretesa di somigliare all’Alta Badia. In tempi di crisi i soldi si potrebbero spendere diversamente; come noi si sono comportate altre città. E’ un trend, nel giro di poco tempo tutti vireremo in questa direzione”.

Verso l’1.30 l’intrattenimento gratuito si è spostato al Palanatale. Qui il gruppo abruzzese “Coconuts Killer band” ha proposto i più bei pezzi del rock’n’roll americano degli anni Cinquanta e Sessanta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.112 volte, 1 oggi)