SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Difficile decifrare il burocratese, ma la vicenda della centrale di stoccaggio Gas Plus impone uno sforzo nella selva di acronimi, procedure, percorsi. Attraverso il consigliere comunale dei Verdi Andrea Marinucci riceviamo alcune precisazioni del dirigente del Comune di San Benedetto Germano Polidori, in relazione al “parere favorevole, espresso dal Comitato Tecnico Regionale”, nella seduta dello scorso 18 dicembre”, di cui “il relativo verbale non è stato ancora ricevuto”. L’incontro era propedeutico al rilascio del Nulla Osta di Fattibilità inerente il Rapporto Preliminare di Sicurezza presentato da Gas Plus Storage srl. Polidori era presente in rappresentanza del Comune di San Benedetto.

“Risulta indispensabile chiarire che il parere favorevole espresso nell’ambito del Comitato Tecnico Regionale non proviene dalla Regione Marche, ma risulta propedeutico al Nulla Osta di Fattibilità per i Rapporto Preliminare di Sicurezza, come da Seveso II sui rischi di incidente rilevante” spiega Marinucci, “e che l’istruttoria svolta dal gruppo di lavoro ha tenuto in considerazione gli aspetti relativi ai rischi di incidenti rilevanti con approfondimenti sull’analisi del rischio sismico”.

“La valutazione delle osservazioni formulate dal Comune di San Benedetto e le controdeduzioni prodotte dal Gas Plus Storage s.r.l nell’ambito del procedimento di Via deve essere ancora completata sia dal competente ufficio regionale, che dalla Commissione Tecnica Via-Vas del Ministero dell’Ambiente. Inoltre, nell’ambito delle disposizioni del decreto legislativo 334 del 1999 non viene individuato né definito alcun piano di evacuazione in caso di incendio e per altri accadimenti, mentre vengono previsti i piani di emergenza interno ed esterno”.

All’incontro hanno partecipato Achille Cipriani, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Ascoli, Roberto Paoletti, funzionario tecnico e analista di rischio del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Ascoli Piceno, Susanna Balducci, funzionario del Servizio Protezione Civile della Regione Marche, Lorenzo Barbadoro dell’Arpam, Carlo Carlorosi dell’Inail, Germano Polidori del Comune di San Benedetto, Salvatore Interlandi dell’Ufficio Nazionale Miniere Idrocarburi e Geotermia del Ministero dello Sviluppo Economico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 879 volte, 1 oggi)