ANCONA – Sembra buono l’esordio della Sutor dopo la pausa di domenica scorsa per l’All Star Game. “Sembra” perché il primo tempo non fa certo presagire la piega catastrofica che la gara contro la Chebolletta Cantù prenderà di lì in seguito.

Il match infatti si apre con un Amoroso in sintonia con la squadra e con gli schemi di gioco, tanto da riuscire il miglior realizzatore per Montegranaro alla fine dei 40 minuti. Cantù, però, vanta un roster di tutto rispetto e la sua fisicità non tarda a farsi sentire. Dopo un primo vantaggio gialloblu,  i Brianzoli cominciano a dettare il ritmo di gioco.  Nocive le iniziative di Aradori: una sua bomba, a metà del parziale, scrive il primo vantaggio Cantù sul tabellone (9-10). Gli avversari continuano ad accumulare punti  tanto da rimediare un break pazzesco di 12 unità (da 9-5 a 9-17), arginato da Slay e Amoroso, che impediscono a Cantù di viaggiare a distanze siderali: entrambi autori di una tripla fanno tirare il fiato alla squadra che può dirsi soddisfatta a chiudere il quarto con soli 4 punti di svantaggio  (19-23).

Il secondo parziale si avvia con un doppio fallo di Slay: coach Recalcati è così costretto a richiamarlo, suo malgrado,  in panchina. La Sutor ci mette ancora impegno, ma i talenti canturini riescono nuovamente a costruirsi un break importante di 8 punti: con la tripla di Leunen il punteggio è di 21-29. Montegranaro non si scoraggia e tiene dietro ai Lombardi tanto da riuscire ad annullare il  gap portandosi a -1 grazie alla bomba di Johnson (33-34). Pochi secondi e Markoishvili vanifica lo sforzo della guardia sutorina (33-37). Ci prova Cinciarini questa volta a forare la difesa avversaria, ma il quarto è decisamente in mano della formazione ospite. Si va al riposo lungo sul punteggio di 39-44.

Al ritorno in campo qualcosa è cambiato. Montegranaro inizia a perdere lucidità nella comprensione del gioco in modo inversamente proporzionale: più cresce il ritmo e la difesa di Cantù, più scema l’aggressività e la presenza fisica della Sutor. Ben presto il terzo quarto diventa una disfatta di Caporetto, dove i Gialloblu in rotta sembra non sappiano più nemmeno quale sia la loro identità. Sì, perché il gioco di squadra diventa sempre più debole e mentalmente i ragazzi di Recalcati affondano nel baratro del disfattismo. Certamente non tutta la situazione è causata dall’inettitudine sutorina, poiché anche Cantù ha le sue colpe: prima di tutto quella di avere atleti in splendida forma fisica, come Aradori (mvp della serata), Markoishvili, Tyus e Brooks e poi di non lasciare intentato nemmeno un tiro, tanto da segnare anche allo scadere dei secondi. Dopo 30 minuti di gioco, Montegranaro si trova sotto di 21 punti e con nessun guizzo di lucidità per poter ribaltare il risultato o, perlomeno, per poter ridurre lo scorno derivante da una simile prestazione . Il parziale è eloquente:  16-32 per Cantù.

Ci provano un po’ nell’ultimo quarto Amoroso e soci, ma provarci nello stesso identico modo del tuo avversario vuol dire lavorare inutilmente, perché ci vuole una spinta in più per battere o per limitare i danni inferti dalla campionessa della Supercoppa italiana. Un parziale non indegno (24-24), ma quanta fatica e quanta pena nel vedere così poca motivazione da parte di alcuni giocatori sutorini!  Sempre 21 i punti di vantaggio dei Lombardi che fanno loro il match con grande presenza: 79-100.

Il prossimo impegno sutorino sarà il sempre ambito derby delle Marche contro la Scavolini Banca Marche Pesaro, che si terrà domenica 30 Dicembre, proprio a ridosso dell’ultimo dell’anno.

TABELLINO: Sutor Montegranaro-Chebolletta Cantù 79-100.
SUTOR MONTEGRANARO: Steele 5 (1/4, 1/1), Cinciarini 7 (3/11, 0/1), Panzini 2 (1/1, -/-), Perini 0 (-/-, -/-), Slay 9 (1/3, 1/2), Freimanis  7 (2/3, 1/2), Campani 0 (-/-, -/-), Di Bella 6 (1/3, -/-), Mazzola  6 (2/2, 0/3), Johnson 14 (1/3, 2/3), Burns 0 (0/1, -/-), Amoroso 23 (6/8, 2/6). All.: Carlo Recalcati.
CHEBOLLETTA CANTU’: Kudlacek 0 (-/-, -/-), Abass 2 (1/1, 0/1), Scekic 3 (1/3, -/-), Markoishvili 19 (2/6, 5/6), Leunen 8 (1/2, 2/5), Mazzarino 4 (-/-, 1/2), Casella 0 (-/-, -/-), Brooks 13 (5/7, -/-), Tyus 19 (7/10, -/-), Tabu 5 (1/1, 1/4), Aradori 24 (5/6, 1/1), Cusin 3 (1/3, -/-). All: Andrea Trinchieri
Arbitri: Sahin, Weidmann, Caiazza.
Note: Parziali 19-23, 20-21, 16-32, 24-24. Tiri da due Montegranaro 18/39, Cantù 24/39. Tiri da tre Montegranaro 7/18, Cantù 10/19. Tiri liberi Montegranaro 22/26, Cantù 22/25. Assist Montegranaro 11, Cantù 17. Stoppate Montegranaro 0, Cantù 2. Schiacciate Montegranaro 0, Cantù 5. Rimbalzi totali Montegranaro 26, Cantù 33.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 190 volte, 1 oggi)