Così inizia la storia della casa famiglia Santa Gemma. Storia che ha per protagonisti Franz (così era chiamato al nord, in Cattolica, il sambenedettese don Vittò Massetti) e un gruppo di donne straordinarie che faranno da mamme a più di settecento bambini senza famiglia.
Una storia che vede però protagonista anche un’intera città, San Benedetto, impegnata a fare da famiglia allargata, sostendo l’istituto in mille modi diversi e fantasiosi, impendendo a una nave carica di bambini e senza risorse economiche di affondare. Una storia che ha cambiato la vita a tante persone e ha contribuito a cambiare il modo di fare volontariato in Italia.

La racconta “Il mattone interrato”, libro che ripercorre settant’anni di storia di Santa Gemma, un libro dolce e divertente, drammatico ma pieno di speranza,  che ci ricorda che il mondo si salva solo così: un giorno alla volta, un gesto alla volta, un bambino alla volta.

“Il mattone interrato”, di Giulia Ciriaci e Stefano Portu, è già disponibile presso la Bibliofila e Nuovi Orizzonti e presso alcuni esercizi autorizzati. Il ricavato, dedotti i costi di stampa, sarà interamente devoluto a una casa famiglia analoga a Santa Gemma che sta partendo a Xai Xai, in Mozambico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 910 volte, 1 oggi)