SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due prostitute a caccia di clienti, si fingevano passeggiatrici sul lungomare. L’intervento della Polizia   le ha spedite fuori del territorio di San Benedetto con un foglio di via obbligatorio.

Da alcuni giorni gli agenti delle volanti avevano notato una ragazza con strani comportamenti, sembrava costantemente  in attesa di qualcuno sui marciapiedi del lungomare  di Porto d’Ascoli.

Grazie ad appostamenti, con personale in abiti civili, gli investigatori della Polizia, hanno potuto accertare che, in realtà le ragazze erano due e che stavano sul lungomare per adescare eventuali clienti.

Si tratta di due ucraine, residenti ad Alba Adriatica, che una volta adescati i clienti,  li ospitavano in due appartamentini a Porto d’Ascoli così come quelli abituali che le raggiungevano telefonicamente. Le due giovani dell’Est sono state identificate ed allontanate.

Ora le indagini continuano per verificare se è ipotizzabile un eventuale reato di sfruttamento della prostituzione.

Sembrerebbe che i proprietari dei due immobili non abbiano nulla a che vedere con la vicenda, perché all’oscuro di quello che accadeva nei loro alloggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.138 volte, 1 oggi)