PALLADINI Buona prestazione fatta di sostanza e giocate, complimenti a tutti i ragazzi. Abbiamo fatto meglio con la Jesina e contro la Maceratese, come intensità e aggressività, oggi abbiamo fatto bene, quasi a quel livello.
Onesti ha fatto una grande partita, con fisicità e geometria, deve ritrovare la forma perché ha saltato cinque partite prima di tornare qui. Facciamo riposare questi ragazzi che hanno fatto un girone di andata strepitoso. Vittoria da dedicare a Tiziano Manfrin.

Pazzi? Lo ripeto, forse quello che sta facendo quest’anno, come mole di gioco, gli altri anni non lo ha fatto. Poi ha fatto 10 gol, da attaccante vero. Ma ci sono altri buoni giocatori che stanno facendo bene oltre lui, ma mi fa piacere aver ritrovato Davide Traini che nelle ultime gare ha recuperato tantissimo, dà corsa, sostanza, non avevo dubbi. Ha recuperato la forma, ora recuperiamo Scartozzi, poi aspettiamo l’arrivo di un terzino sinistro del 1996, Djibo, anche se Carminucci sta facendo benissimo. Riguardo Djibo, l’Atalanta ci ha dato l’ok per farlo arrivare, ma non sappiamo se arriverà ilo 27 o i primi giorni di gennaio, perché i lombardi hanno una partita importante.

Siamo rammaricato per aver lasciato dei punti nelle partite con Fidene, Ancona e Termoli, dove abbiamo fatto grosse prestazioni ma siamo stati puniti per piccoli errori.

Dal 23 al 26 saremo liberi, il 27 pomeriggio ci alleniamo, 28 e 29 doppio allenamento, 30 allenamento mattina, 31 e 1 liberi, il 2 riprendiamo ad allenarci.

Nel 2012 abbiamo fatto 74 punti, 37 punti nel girone di ritorno dell’anno scorso, 37 in questo girone, senza contare i play off.

OMICCIOLI (allenatore Recanatese) Abbiamo fatto la nostra partita, ma dopo il gol di Pazzi non abbiamo avuto una reazione importante, ma ci sta. Non butto via nulla, giocare contro la Samb come noi l’abbiamo fatto nel primo tempo, credo che siano stati in pochi, quest’anno. Ho capito che adesso ho una squadra che farà bene nel girone di ritorno e posso dire che si salverà.

Credo che la Samb sia la squadra più forte del campionato, il San Cesareo non riesco a inquadrarlo per bene, ma credo che alla lunga la Samb verrà fuori.

Iacoponi? Ci avrebbe fatto comodo, è un giocatore completo che ci avrebbe fatto comodo, come Cavaliere e Garzia.

ONESTI La squadra ha fatto una grande partita, al termine di un girone difficile e su un campo pesante, significa essere una grande squadra: un gol per tempo, concedendo poco a una squadra che ha giocatori di categoria. Io sto meglio rispetto a due settimane fa, io mi sto allenando al massimo, oggi però ho avuto delle belle sensazioni. Un giocatore in più per il mister. Posso anche fare la mezzala, sia a sinistra che a destra. La rincorsa al primo posto va fatta partita per partita, senza programmi, da adesso in poi saranno 17 finali.

All’apice della mia carriera, alla Fermana, ho avuto due infortuni gravissimi nello stesso anno, al momento in cui ero giovane e potevo essere in fase di lancio, ma non ho rimpianti e sono a San Benedetto con grande onore per me.

BARTOLOMEI Perché voi giornalisti chiedete sempre le questioni interne alla società? Nessuno viene alla mia azienda a chiedermi come è la situazione interna. Non ha senso sindacare sulla gestione di una società, ripeto: mi è dispiaciuto che qualcuno abbia fatto sciopero, perché era una festa, non un lavoro. Tutti vengono pagati per quanto è nei contratti. A maggio tutti verranno pagati regolarmente come nei quattro anni che sono stato qui.

Dobbiamo recuperare la testa, certo se il San Cesareo non perde mai. Abbiamo fatto tanti punti quest’anno, ma siamo secondi come l’anno scorso. Dobbiamo arrivare primi a maggio senza le problematiche che abbiamo oggi, con una struttura societaria adeguata. Claudio Bartolomei non ce la fa a fare tutto, tanto che in questa società ho il 30%, anche se verbalmente ho preso accordi con Pignotti per coprire il 50%.

Spina voleva dare le sue quote anche a me, ma io le ho rifiutate.

Oggi abbiamo incassato oltre 7 mila euro. Forse mi aspettavo un po’ più tifosi oggi, così come mi aspettavo più tessere che sponsorizzassero la maglia, ne sono arrivate 96, il nostro business plan invece ne prevedeva 300, quindi è un risultato deludente, cerchiamo però di fare il massimo per la potenzialità economica dello stadio.

PAZZI Sono felice perché per me c’è stato un momento particolare, non semplice da superare, l’ho fatto anche grazie alla fiducia dei compagni di squadra. Oggi non era una partita semplice, la Recanatese si difende bene, siamo stati bravi a fare i gol al momento giusto.

Il gol è un momento, rispetto all’insieme della prestazione. Quando sono tornato titolare da Ancona in poi, ho fatto buone prestazioni, a volte magari segnando. Sbagliare quei gol a Guidonia non era normale, poteva segnarli chiunque.

Il mio record in campionato sono 23, con la Renato Curi, ma quell’anno non vincemmo il campionato, io preferirei invece vincere il campionato più che la classifica marcatori. Qui è il gruppo importante, anche a chi gioca meno come  Ianni, Puglia, Forgione, poi è toccato anche a me.

Dedichiamo la vittoria a tutte le persone che lavorano qui alla Samb, dietro le quinte, questo è il nostro augurio di Natale.

Anche quando ero in panchina all’inizio dell’anno non ho mai pensato di andarmene, non è bello andarsene da perdente, io volevo far cambiare idea a tutti coloro che mi davano per finire.

Davanti siamo in tanti, è normale che ogni tanto qualcuno debba stare in panchina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.011 volte, 1 oggi)